La Legge divina è imperscrutabile. Quella italiana pure.  Con una sola differenza: Dio è unico legislatore,in Italia invece vige la gerarchia delle fonti.

Per esempio la questione dell’espatrio.

Io ho due passaporti, uno personale, rilasciato dalla Questura con validità dieci anni e l’altro di servizio, rilasciato dal Ministero degli Esteri, con validità annuale. (si notino le maiuscole impiegate nel doveroso rispetto dell’autorità).

Per il rilascio di entrambi la trafila è la stessa: foto, moduletto, autocertificazione circa i carichi pendenti e autorizzazione del coniuge in caso di figlio minore. Questo perché uno dei due genitori potrebbe fuggire per sempre all’estero, abbandonando il pargolo al suo destino.

In caso di separazioni o divorzio l’autorizzazione dell’ex-coniuge è espressa nel verbale del tribunale, una volta per tutte.

Fin qui tutto bene.

Nel rifare la carta di identità immagino si debba seguire la stessa procedura, e mi presento agli uffici comunali armata di quanto occorre. Invece no. Non occorrono autorizzazioni, perché con la carta di identità ci si va in UE e l’UE è come l’Italia, capito signora?

E se scappo in Germania e abbandono mia figlia?

Ormai le polizie sono coordinate tra loro, la riacciuffano subito.

Contemporaneamente, su un altro schermo: per poter espatriare il minore ha bisogno di un documento di identità per il rilascio del quale occorre l’assenso di entrambi i genitori, anche se il moccioso viaggia accompagnato da uno dei due. Nel caso di separazioni o divorzi, occorre anche un permesso del Giudice Tutelare, perché uno dei genitori fedifraghi potrebbe scappare via con la vittima innocente. Nulla quaestio. Ma ecco che le cose si complicano. Il permesso del Giudice Tutelare è obbligatorio anche nel caso di spostamenti in ambito UE. Perché l’UE non è l’Italia. Ma le polizie non sono coordinate?

Stralcio di dialogo con Giudice Tutelare:

       Signora, da quanto apprendiamo dalle indagini, lei è un soggetto a rischio.

       A rischio?

       Sì, potrebbe fuggire da un momento all’altro e stabilirsi all’estero per motivi di lavoro.

      Giudice, le vorrei far presente le seguenti cose: primo, dipendo dallo Stato e dunque non fuggirei all’estero, ma mi ci trasferirei con tutte le dovute attenzioni del nostro paese, secondo, i nostri uffici all’estero sono ubicati presso le Ambasciate italiane e dunque i primi ad essere informati dei miei spostamenti sarebbero quelli del Ministero degli Esteri, terzo, le Ambasciate italiane sono presidiate dai carabinieri italiani e dunque, anche ammesso che – come sostiene lei – io fuggissi in gran segreto, mi riprenderebbero dopo un minuto e mezzo.

      Signora, questa è la legge.

      Potrei però trasferirmi a Ventimiglia, insieme alla bambina. E in questo caso non commetterei reato e nemmeno dovrei chiedere permesso a lei, giusto?

      Sì, è così, non possiamo impedirlo.

      Ma da Ventimiglia non potremmo mai andare a farci i bagni in Costa Azzurra.

      Esatto

      Ma dato che le frontiere non esistono più, chi ci controlla?

      E’ a suo rischio e pericolo, in caso di controllo a campione si vedrà che la bambina non ha il permesso e lei sarà perseguibile penalmente

       E per avere un permesso ufficiale?

       Allora, poiché suo marito è contrario, non resta che provare a chiedermi non un passaporto permanente, ma un permesso temporaneo di espatrio

       La procedura?

       Identica, modulo, foto, autorizzazione del papà

       Ma allora siamo punto e  a capo

       No, mi porta anche la prenotazione effettuata e io cercherò di essere flessibile, ma occorrono almeno tre mesi di anticipo

       Io vorrei solo andare da mia sorella, in Spagna, in auto…che prenotazione le porto?

       Ah, allora è impossibile!

 Dura lex, sed lex!

Annunci

10 Risposte to “”

  1. 7soci Says:

    non ho neanche letto il post
    che mi sembra lungo e noioso
    avevi ragione lasciando verdad
    lasciavo anche te
    ma se mi dicevi subito che eri di montalcino indovinavo prima

    un qualsiasi socio2
    e sono pure gay

  2. 7soci Says:

    non so se era la battuta che ti aspettavi ma se ti fossi chiamata brunello
    ci saremmo già fidanzati

    s2

  3. verdad Says:

    fatti mettere la foto della bambina sul passaporto nel posto dove ora c’è una foto in bianco. Viaggia con quello firmato dall’ex maritozzo. Io T. lo porto dappertutto e suo padre non risiede con noi.

  4. verdad Says:

    qui hanno messo il volo bergamo madrid la my air ..se prenoti con anticipo lo becchi anche a 1 euro. (Airbus 320 non bau bau micio micio…)

  5. fuoridaidenti Says:

    una delle cose per cui ho tirato un respiro di sollievo quando la mia A. è diventata maggiorenne è stata proprio l’uscita silenziosa e definitiva da questi ingorghi kafkiani

  6. Flounder Says:

    verdad, per costringere l’ex-maritozzo ad apporre la sua graziosa firma sul passaporto ci vorrebbe una persona auteorevole, che so, un Provenzano, un Saddam, uno di questi “persuasivi”.

    nel frattempo sto progettando la fuga. uno di questi giorni spariremo. ci ritroverete a Disneyland, Paris. shhhh, non lo dite a nessuno.

  7. verdad Says:

    flo : senz’altro l’hai gia’ tentata ma se tu spieghi che ti serve il passaporto il giudice tutelare ti fa portare le prove che ci lavori (visti vari di entrata nei paesi etc…) e poi te lo molla con una sostitutiva della firma del maritozzo. Mio cognato che lavora in export colla russia l’ha appena fatto …la moglie è una iena non l’avrebbe mai firmato.
    E’ andato dalla giudice (era pure una femmina) lei ha voluto vedere che lui facesse regolarmente i bonifici per i ragazzi (movimenti banca) e stop…mollato passaporto.
    Sicura che non la sfanghiamo??
    (psss…pssss….perche’ in primavera non ci andiamo tutte e due con i paguri a Disneyland paris??).
    Sono stremata dal farti avances. Penso che non mi proporro’ piu’.

  8. UnaVolpe Says:

    A Disneyland ci vengo anche io con la mia pagura.
    Se non mi portate non vi bloggo piu’..

  9. verdad Says:

    cazzarola che gruppetto …memorabile ..tutte sull’ortobruco a cannettone

  10. Calibano Says:

    è proprio dura sta lex….

    sai, sullo scrivere non mi preoccuperei molto nè di goldberg nè di carver…
    ma più che altro di ciò che senti 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: