Se dovessi dire che non mi piaceva, mentirei.

Ma mentirei anche affermando il contrario.

Perché stare con te era un’esperienza di difficile collocazione. Tanto fisica quanto mentale. Più mentale che fisica, ad ogni modo.

Come Rachmaninov e Ashkenazy,  un’esecuzione così perfetta da non suscitare nemmeno gratitudine, un miracolo, una sorta di shinystat degli accessi al piacere.

Mi piaceva che il mio essere minuscolo scomparisse totalmente nella tua enormità e che al tempo stesso il tuo essere gigantesco si condensasse in un punto che ero capace di assorbire e contenere.

Tanto in senso fisico quanto mentale. Più fisico che mentale, in questo caso.

Dove si è dissolto il pudore.

Nelle tue parole, per quanto mi riguarda. O nel sudore che imperlava la tua arroganza.

Attraverso la scollatura a forma di cuore di un vestito di seta indossato di inverno, in una cucina dove la pasta scuoceva come da copione.

Dove il pianista non conosce la partitura eppure le dita corrono leste, non sbagliano mai. Il pubblico è in visibilio, paralizzato finanche nell’applaudire.

E in tanta perfezione il più cinico dei critici sottolinea che anche il calore è frutto di studio.

Annunci

29 Risposte to “”

  1. IceKent Says:

    spesso accade anche a me
    non so cosa, ma spesso accade anche a me

  2. anonimo Says:

    a me succede solo i giorni pari, ma sempre molto mentale

  3. anonimo Says:

    .kri (quella sopra)

  4. Flounder Says:

    ma che vi accade? di suonare rachmaninov?

  5. Climacus Says:

    Cristo, questa è una esecuzione perfetta ma anche commovente. Maro’, Founderessa, è il tuo miglior post. Potrei metterci la mano sul fuoco.
    (ho bisogno di informazioni sul Rach. suonato da Ash. : concerto per pianoforte e orchestra 1, 2 o 3? Con o senza orchestra? Anno? Come fo a trovarlo?)

  6. Climacus Says:

    **Flounderessa**

  7. Matho Says:

    per l’ultima riga:
    non è cinismo è consapevolezza.
    come nello scrivere:
    rem tene, verba sequentur …

  8. all Says:

    bel post, niente da aggiungere.

    commentato da al nel pieno possesso delle sue facoltà fisiche nel mese di aprile 10, 2005

  9. fuoridaidenti Says:

    al mi ha battuto sul tempo, e inoltre ancora risento del vino di oggi (un Nobile di Montepulciano Riserva). Posso solo aggiungere che con un post simile sei così grande da annichilirlo

  10. Flounder Says:

    climacus
    non farmi domande così precisae io sono un’approssimativa. credo fosse il n.2, ma ignoro altri dati. non sono un’esperta, è solo che tanti anni fa ho ascoltato questa cosa e sono rimasta folgorata. ne ho alre versioni, ma nulla di paragonabile.

    fuoridaidenti
    commento postetilico, eh?
    qui non è questione di annichilire nessuno. oggi pensavo a quanto si debbano allontanare nel tempo gli avvenimenti perché se ne possa scrivere. a me quando si allontanano troppo vengono poi esteticamente curate, dove ogni parola riesce ad essere scelta in precisa funzione di ciò che voglio dire.
    esiste però un punto magico in cui è ancora l’emozione a soggiogare la parola, dove ogni singolo periodo mi costa uno sforzo immane e il risultato non è mai ciò che vorrei, ma va oltre quello che avrei immaginato.
    vorrei poter essere sempre in questa condizione.

    all
    il tuo farmi il verso mi ha fatto troppo ridere. è che sono frustrata dal non saper fare un bel template, e allora mi attacco alle piccole cose…:-)

  11. Detroit Says:

    il calore non si studia, si ha. come un dono. un’energia che ti possiede e ti preme. si sente quendo qualcuno ce l’ha. bello

  12. Flounder Says:

    arghhhh, detroit.
    e non mi risprofondare nel baratro!

  13. hladik Says:

    io no namo l’idea di perfezione ma se ne esiste una wuesta non può non cogliere corpomentecuore una perfezione di testa è come una specie di mutilazione

  14. binariozeta Says:

    ehm… parla di sesso, vero? no, volevo dire… di musica classica. shynistat è quello dell’uccello di fuoco? ehm… o era schiostackowitch?
    vabbè, voltiamo pagina allo spartito. nel mio disgraziato binario, se ti riesce aprirlo quando vai a commentare prova a mettere il puntino su ‘other use’ o ‘anonymous’. ciao!

  15. dirtyinbirdland Says:

    qui sei folgorante… come da milgior copione….

  16. binariozeta Says:

    io quella cosa del ‘corpomentecuore’ scritto tuttattaccato l’avevo già letta. dejà vu o nuova moda?
    ah prima ho dimenticato di dirti che mi è piaciuto il brano, specialmente il finale, scritto in modo assai efficace…o come direbbe un critico di musica classica: impeccabile.

  17. prufrock1962 Says:

    come quando ascolto gould, le dita prive di pedali e l’impasto rauco della sua sottovoce, trovo che si coniughi qui qualcosa di cui ho solo una vaga impressione, e che superficialmente potrei dire il bello ed il brutto, ma poi così non è, forse è solo il rigore e la liberazione, e poi ripenso che ricoincidano di nuovo così, il bello ed il brutto nella regola e nella emozione. boh? questo mi fa pensare il fisico ed il mentale. poi Rachmaninov è struggente. forse troppo. ma è quel troppo che ti manca quando credi di aver già avuto tutto. ed hai voglia di dare un senso al tuo benessere totale, & pensi di non dovergli aggiungere nulla ed invece lo fai ed in parole povere ha origine la malinconia. la mia.

  18. e.l.e.n.a. Says:

    intenso, nell’asciuttezza priva di sbavature. merito (forse) di quella lontananza temporale di cui parli.
    addirittura un po’ troppo perfetto da essere (a mio unico e modesto parere) meno emozionale di altri. colpa (forse) di quello stesso distacco.

  19. 7soci Says:

    Se dovessi dire che non mi piaceva, mentirei.

    Ma mentirei anche affermando il contrario.

    s2prima di morire

  20. fuoridaidenti Says:

    Ok Flou, era il mio un commento postenologico tutto incentrato su quel dialettico grande/piccolo che schiude a sua volta ad una pletora di efficaci antinomie quali bello/brutto mentale/fisico disciplinato/spontaneo e via dicendo. That’s all

  21. zop Says:

    con spirito da scienZiato studierò il calore di questo post! z

  22. Flounder Says:

    fuoridaidenti
    non ti giustificare, per l’amor del cielo.

    binariozeta
    sesso? ti sembra si parli di sesso qui?
    ma sei matto! parlavo di Armonia coeundi …ehm…mundi, voglio dire

    pruf
    ti nomino esegeta di fiducia 🙂

    E’ IL COMPLEANNO DI SOCIO2

  23. walkaway Says:

    bel post. peccato per la pasta scotta. buona giornata.

  24. Climacus Says:

    Buongiorno Flou’. Ho preparato il mio profilo dalla faccina ridente presa di fronte appositamente per te. Credo sia esauriente. Si profila una giornata del cazzo.

  25. lupinfabulae Says:

    si, c’è tanto caldo calore, del tipo buono

  26. Flounder Says:

    mi piace un sacco che io ho scritto pensando a una cosa e voi rispondete pensandone un’altra…ahahahaha.
    secondo me “quel” calore era frutto di studio. ma io sono cinica.
    e comunque voi non c’eravate e non potete saperlo (oddio, quanto mi viene da ridere)

  27. Detroit Says:

    ehehe il calore a cui mi riferivo era altro
    flounder :-)))
    la seduzione è un’arte

  28. Detroit Says:

    (intendevo la scrittura. tu il termosifone alto)

  29. caporaleReyes Says:

    uau. narrativa o diaristica? bel post in ogni caso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: