Ecco cos’è accaduto nel volgere di due settimane: il collega G. è andato in pensione, il collega P. ha vinto un concorso altrove, il collega S. ha finalmente ottenuto la mobilità e ha cambiato città e il collega C. è a casa con un piede rotto.

Lo zoccolo duro adesso siamo noi: io, Elena e la Signorina.

Il Capo è sotto stress, ci chiama urlando in riunione.

– Voi due, oltre che a ristrutturare una casa e cazzeggiare tutto il giorno su Internet, di che vi state occupando?

Alla Signorina non parla così, con lei è più gentile. Credo che la tema. Ha superato ampiamente la cinquantina e non vede un uomo dal ’68, quando anche lei bruciò in piazza  il reggipetto ma subito gliene ricomprarono un corredo da dodici. Per sicurezza.

Elena inizia stringendo la mascella: io ho la fiera del vitigno autoctono.

Poi io: cinque seminari di formazione aziendale.

Poi in coro: e comunque ti ricordiamo che nel nostro cazzeggio abbiamo pianificato un budget per quasi 4 miliardi di lire.

 – Appunto, dice lui. Ora dovete spenderli. Vi dice niente Helsinki, tanto per cominciare?

Cerco di sdrammatizzare: Helsinki…Helsinki…Svezia o Zimbabwe?

Ma l’occhiataccia mi gela e riprendo serietà: Ok, Capo, Helsinki, capitale della Finlandia, 5 milioni di abitanti e 2 milioni di renne, pil e importazioni in crescita, mercato target 2005, campionati internazionali di atletica, azioni collaterali di promozione.

E’ isterico, oggi.

– Invece di perdere tempo qui chiamate l’Ambasciatore, chiamate l’Addetto commerciale, chiamate i produttori, chiamate il Ministero, chiamate chi dovete chiamare. All’istante. E poi leggete le schede di progetto, tu questa, tu quella, tu quest’altra, tu scrivi qui e tu fai così. Andate, presto, non c’è tempo.

E poi a me: tu resta. E chiudi la porta.

Il tono si abbassa, come una cospirazione.

– Senti,  mia figlia vorrebbe fare uno stage in questo posto (mi mostra una lettera con una firma un po’ importante). Le scriveresti una presentazione, una decina di righe su motivazione e obiettivi dello stage?

Vorrei dire qualcosa, ma non so esattamente cosa. Provo con un: non ha più senso se lo scrivi tu che sei il padre e la conosci meglio?

– No, è che sono un uomo, ho paura che scriverei cose al maschile, invece vorrei che  le ambizioni fossero declinate al femminile.

-Ahhh, ho capito.

Uscendo dalla stanza gli chiedo: vuoi una roba tipo Lewinsky?

Poi richiudo subito la porta.

Annunci

15 Risposte to “”

  1. .kri Says:

    eheheh, hai fatto bene a richiudere la porta in fretta!!!

  2. all Says:

    discreta tattica di rimorchio paternaziendale

  3. Climacus Says:

    Quando scrivi così mi ricordi troppo Personalità Confusa, solo che tu sei più brava. Sei già una blogstar, per cui smettila di farti pippe sul virtuale. Come ti ho detto ieri, la scrittura non è più mendace dell’esserci. Trovo che sia una grande verità, se soltanto qualcuno me la spiegasse. Sei anche troppo generosa: per quanto tempo riuscirai a mantenere questi ritmi da chat line sovraccarica? Insomma, prendi ‘sto cazzo di ascensore, così io ti insulto e tu mi meni. Tutto è terapia.

  4. Flounder Says:

    di Personalità confusa mi piacciono alcune cose, tipo il Papa. Detesto invece la schiera di commentatori bavosi che stanno lì ad implorare un occhio di riguardo. Qualche pippetta ogni tanto lasciamela, dura poco ma è sincera.
    ho preso l’ascensore, ti aspetto. mi insulterai in settenari o in ditirambi?

  5. broono Says:

    a proposito di pippe sul virtuale…

    posso chiedere una roba che tu magari mi rispondi “mavaacagare”?

    ma il cane nel disegnino qui di fianco c’è sempre stato?

    cioè…io un giorno sono passato e mi sono detto
    “Ohibò! La Flounder s’è presa il cane!”
    perchè non l’avevo mai notato.

    cioè…mi ricordo proprio che prima non c’era.

    devo smetterla di farmi le canne?

    però dovevo chiedertelo da troppi giorni!

    😉

  6. broono Says:

    ehi…no… aspetta un attimo…

    giuro…

    C’ERA!

  7. Flounder Says:

    lo so, broo, inquieta anche me.
    non ho capito se sparisce quando c’è il sole, quando piove.
    oppure ogni tanto a prescindere, quando va a far pipì.

  8. mrka Says:

    cane? ma quale cane? sono cinque minuti che cerco un cane su questo blog. mah.
    🙂
    -marika-

  9. lacontadina Says:

    intanto il tuo capo anche se stressato nutre una grande stima nei tuoi confronti e forse in generale sa che le donne sono un pochino più dotate per alcune cose. (pesante sta cosa che ho scritto)

  10. Flounder Says:

    col capo è una cosa strana.
    perché regge e governa la baracca da sei mesi. prima era un collega con cui da due anni non parlavo. uno incazzoso, che soffriva di mania di competizione.
    nemmeno buongiorno.
    il cambio di ruolo lo ha migliorato.
    a meno che non entri prima o poi in competizione con se stesso.

  11. Filemazio Says:

    Ma si,
    forse sono una donna,
    forse sono una donna ,
    ma non sono una santa,
    forse è così……….

    ciao

    filemazio

  12. anonimo Says:

    ma vai a lavorare almeno un po’

  13. Flounder Says:

    chiariamoci.
    non sono una che ruba lo stipendio.
    è solo che non lo intendo come compenso per le mie prestazioni professionali.
    diciamo che si tratta di una sorta di indennità per compensare l’atrofia cerebrale che il lavoro stesso produce.
    in questo senso lo trovo molto inadeguato. dovrò chiedere un aumento.

  14. queendrag Says:

    io invece rubo lo stipendio a socio due che mi ha rubato il regno
    regina moglie di s2

  15. Calibano Says:

    dura la vita di lavoro….
    per fortuna io sono il capo di me stesso, così quando mi faccio arrabbiare mi licenzio, ma poi pentito mi riassumo sempre, e con qualche piccola gratifica 🙂

    P.S. non commento il post sottostante… non farò mai quel corso, perfettamente inutile, e poi spezza quella dolce semplicità maschile che in fondo adorate tanto 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: