Anche le formiche. Nel loro piccolo, però

Lui la cerca, nelle pieghe del suo dire.

Lei lo scruta, sotto le vesti del suo sentire.

Ma la stanza sembra vuota.

Dopo un po’ si urtano col naso. Riconoscono l’odore e ricominciano a cercare.

Qualcuno dalla finestra li guarda, dall’esterno verso l’interno, come un cannocchiale al contrario.

Sono diventati piccoli piccoli, si affannano a cercare. Sembrano due formichine operose.

Con un po’ di pietà si potrebbe dir loro che la stanza è vuota, non c’è che il loro odore.

Che è tutto lì.

Ma nessuno ha pietà delle formiche, a questo mondo.

Annunci

9 Risposte to “Anche le formiche. Nel loro piccolo, però”

  1. LucaConfusione Says:

    l’amore
    è
    stare nudi

  2. Flounder Says:

    buongiorno, luca 🙂

  3. LucaConfusione Says:

    buondì 😀

  4. all Says:

    le parole volano (come gli odori)
    i nasi restano a terra

  5. Flounder Says:

    esattamente, al 😀

  6. prufrock1962 Says:

    questa, del dire del sentire della stanza della finestra che provoca il paesaggio la “sento” attorcigliata a quegli “oggetti” che sono. posso? piaciuta

  7. anonimo Says:

    ..nessuno ha ipetà delle formiche a questo mondo…
    nemmeno loro stesse, nemmeno per i propri simili…

  8. brezzamarina Says:

    per la febbre io tornerei ai Campi Flegrei..

  9. sciroppato Says:

    Riverrò per leggere ” Quando mi hai telefonato …” Adesso è troppo tardi, buona notte 😉 .

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: