Chi semina vento raccoglie tempesta

Tutto quello che vorrei scrivere qui, nello spazio e nei tempi di questa musica.

Che forse sarebbe la colonna sonora esatta del modo in cui mi muoverei, se potessi.

Del modo in cui –  quando posso –  mi muovo e sogno.

Non stasera, no.

Nemmeno domani. Neppure dopodomani.

L’inverno improvviso mi avvizzisce, mi brucia le foglie.

Alla scuola dalle suore mi legavano la mano destra dietro la schiena per imparare a usare anche la sinistra, per fronteggiare le situazioni di emergenza. Il risultato è che non so usare bene nessuna delle due.

L’uomo che aveva perso le gambe mi avrebbe disegnato biglietti d’auguri tenendo il pennello tra le labbra. Piccoli cerchi e pesci, alghe maurizio. Banchi di coralli.

Cose di mare, per sconfiggere il freddo.

Oltre alle gambe a volte si possono perdere anche le braccia, meglio attrezzarsi per tempo. Meglio imparare.

Anche lui lo sapeva, una volta aveva smarrito un braccio per diversi giorni. Lo aveva ritrovato per puro caso, era rimasto nella manica di una giacca che gli avevano prestato.

Succede.
Succede di smarrire qualcosa di sé quando si indossa un abito mentale che non ci appartiene.

Però i suoi piccoli baci depositavano un semino in ognuno dei miei pori, in profondità.

E con il caldo mi trasformavo in tappeto erboso, in fiore di campo, in dichondra repens.

Forse d’inverno mi avrebbe costruito una serra.

Annunci

36 Risposte to “Chi semina vento raccoglie tempesta”

  1. riccardo638 Says:

    Cara Flounder, non c’e niente da fare. Ultimamente ti sei leggermente intristita, anzi no. Immalinconita, forse meglio. In linea ed in tinta con l’autunno che, almeno qui fuori dalla mia finestra, scorre luminoso. Ti sei preoccupata, qualche post fa, delle tue riserve poetiche ma presumo che questo problema in realtà non sussista dato che ti trovo “più” poeticamente carica del solito. Forse il tutto non compare esplicitamente nelle parole, come tu magari vorresti, ma tra di esse. Almeno così mi pare, se ci guardo con attenzione.

  2. charm Says:

    Credo che i nostri concetti di poesia siano diversi. Perche’ io ti trovo poetica in quanto vera.

  3. PlacidaSignora Says:

    Un po’ di malinconia è il sale della poesia, dicunt…

    (a proposito di bimbe mancine, ti regalo un sorriso. Guarda le ultime due strisce qui:-)
    http://roundtheblog.splinder.com/

  4. Flounder Says:

    è qui l’assurdo. io non nasco mancina, nasco destrimane. figlia però di mancina corretta.
    ci sono cose che non so fare con la destra, tipo tenere il coltello a tavola.
    ho difficoltà a scegliere il lato giusto, quando inizio un’attività manuale nuova.

    sono alquanto malinconica, sì.
    sotto Natale manifesterò ulteriori sintomi di peggioramento.
    in compenso ieri notte ho pensato una bellissima storia natalizia, di quelle che piacciono a Calma.

  5. shemale Says:

    La dichondra repens è eccezionale, perchè ha una tempra d’acciao, resiste bene sia al freddo che al clima siccitoso. Lui avrebbe sicuramente costruito una serra per te, ma tu resisterai anche senza.
    Sennò che dichondra repens saresti…

    P.S:) “Ti sei leggermente intristita”, dice riccardo638. Beh, sinceramente meglio così. Almeno per me, che posso leggere queste cose.

  6. Flounder Says:

    ma infatti la scelta dei vocaboli non è mai casuale, sennò mi sarei data del loglietto. 😀

    e comunque, legless in inglese vuol dire “senza gambe”. ma vuol dire anche “ubriaco”. per questo il nome della categoria è in inglese, mi piaceva questa doppia accezione.
    poi c’è ancora un terza ragione. però è un po’ lunga, allora la spiego un giorno in cui sono in modalità [molto saccente]

  7. ladritta Says:

    dichondra repens. una pianta che sopravvive a tutto. come l’amore.

  8. ladritta Says:

    dopo non ti lamentare se la gente ci sta un’ora sul tuo blog…con una miusica così…

  9. Flounder Says:

    ma no, ma no che non mi lamento.
    è Michael Nyman, si chiama Arrival ed è la colonna sonora di Gattaca.
    che bel film.

  10. fuoridaidenti Says:

    Io ce l’ho da tempo una storia per te. Non so se passartela o scriverla io stesso. La lascio decantare per adesso (forse scriverla costerebbe troppo ad entrambi). Ciao

  11. AnnaBella Says:

    grande nyman, peccato che da qui non posso ascoltare…
    come stai flounderuzza?

  12. Flounder Says:

    calma, ma secondo te io mo’, dopo l’effetti annuncio, dovrei restare quieta quieta alla scrivania?

    anna, come sto?
    pigliata dai turchi.
    oggi proprio pensavo di scrivere un post per segnalare la tua scomparsa e promettere lauta ricompensa a chi avesse dato notizie 😀

  13. Matho Says:

    musica pallosa

  14. Flounder Says:

    apriamo un dibattito: pallosa questa? (che in effetti per il post è un po’ lunga, occorreva qualcosa sa un minuto e mezzo) o palloso Nyman tout court?
    e Wim Mertens?

  15. broono Says:

    Ma no, lo intendeva insenso figurativo.

    La palla, solido formato dalla rotazione su se stesso del cerchio, forma geometrica perfetta.

    Pallosa=Loop infinita di un singolo elemento già perfetto in sè che nonsubendo mutazioni durante la sua rotazione non può che generare qualcosa di esponenzialmente più perfetto.
    Se è possibile.

    Qui è possibile.

  16. Flounder Says:

    no, no.
    conoscendo Matho, uomo schietto e di poche parole, intendeva propio pallosa pallosa.

  17. fuoridaidenti Says:

    Cara, devo essermi perso qualcosa per strada (o è questo documento che sto studiando, o sono rinconiglito del tutto) ma… l’effetti annuncio… be’, proprio non riesco… come dire?… a comprendere

  18. Flounder Says:

    Io ce l’ho da tempo una storia per te. Non so se passartela o scriverla io stesso. La lascio decantare per adesso (forse scriverla costerebbe troppo ad entrambi).

    calma, più effetto annuncio di così! (prima mi era scappata una i al posto di una o)

  19. AnnaBella Says:

    non toccate nyman nè mertens per favore! E mettiamoci pure Glass visto che ci simo.
    flo anche io sto tentando di ritrovarmi! Spero che in tal caso mi potrò almeno beccare la lauta ricompensa…

  20. fuoridaidenti Says:

    allora parla, c’agga fà, te la devo passare? (poi non dire io non sapevo io non credevo)

  21. Flounder Says:

    ma che è? una minaccia? 🙂

  22. fuoridaidenti Says:

    Mi pare Johnny Stecchino (è la seconda volta che lo cito oggi) Io le darò la mia assicurazione, ma lei mi darà la sua assicurazione. ;D

  23. Flounder Says:

    va bene, io le darò la mia assicurazione (nun aggio capito a fa’ che, comunque…)

  24. Flounder Says:

    mo’ me ne devo andare che devo andare a fare una cosa brutta, ma così brutta, ma così brutta, che vorrei che qualcun altro la facesse al posto mio.
    non mi far stare col penZiero.

  25. fuoridaidenti Says:

    Hey! Mi sono andato a vedere la tua statistica su shynistat. Ma hai messo il biturbo! Uàaaaa, e mo’ sai come faccio lo sfaccimmone che conosco una blogstar!

  26. Flounder Says:

    calma, secondo me è stato taroccato. ci hanno levato la marmitta. non me ne faccio capace.

  27. infieri1 Says:

    mamma le suore e le loro manie con le mani! Cosa mi hai fatto ricordare

  28. fuoridaidenti Says:

    L’hai fatta la cosa brutta assai? (e intanto incrementiamo i contatori vah!) E adesso come ti senti? Sollevata o appesantita?

  29. minoio Says:

    mi noio. le’go, ‘scolto e sboccio.

  30. Flounder Says:

    sono stanca, sfatta, spettinata.
    incazzata, ma così incazzata, ma così incazzata da non potersi credere.
    triste molto.
    anche di più.
    ma così incazzata, ma così incazzata che è meglio che corro a dormire.
    e poi triste.
    e poi incazzata.
    vabbè.

  31. contrabasso Says:

    Ho fatto il recupero ed i compiti a casa: ho letto post e commenti vari da venerdì…ragà, se continuate a scrivere così tanto toccano gli straordinari pesanti.
    Un sorriso per Flo. :))))))))

  32. borzacchini Says:

    se posso fare qualcosa

  33. Flounder Says:

    sì, a scelta:
    o un orso killer o 5.000 euri a fondo perduto.

  34. contrabasso Says:

    Io darei un suggerimento. Poichè gli strali collettivi, se ben indirizzati, possono nuocere quanto un killer, tu dacci un simbolo, un’immagine qualsiasi, quello che te pare, e tutti noi si comincia a lanciare maledizioni!

  35. apocrifo Says:

    “The departure” Michael Nyman
    Anche se preferisco l’altra versione suonata solo col pianoforte.

  36. 3ImaginaryBoys Says:

    GATTACA! Mi viene la pelle d’oca…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: