Fino ad esaurimento merce

scampoli di pensieri ricordi asserragliati affetti spaiati desideri inconsulti pruriti inconfessabili parti del corpo senza fissa dimora sguardi appassiti passioni recalcitranti castelli in aria disturbi emotivi baci scaduti orgasmi simultanei e sfasati gambe avanzate mancanze di ossigeno tachicardie di origine non precisata sogni di gloria attese inutili momenti da fermare carezze abortite e molto altro

metto i saldi

SALDI – SOLDES – REBAJAS

Annunci

56 Risposte to “Fino ad esaurimento merce”

  1. fuoridaidenti Says:

    a quanto? al 20 30 50? a quanto? al 60 70 80? altrimenti passo a metà febbraio

  2. manginobrioches Says:

    un etto di tachicardie e due orgasmi simultanei, grazie: li incarti assieme. (ciao Flo’).

  3. shemale Says:

    Io prenderei gli orgasmi simultanei e sfasati.
    A quanto me li mette?

  4. shemale Says:

    Cazzo, ci aveva già pensato brioche agli orgasmi…
    Mica si saranno esauriti?

  5. broono Says:

    Io gradirei i tuoi scampoli di pensieri e i tuoi castelli in aria.

    Se accetti anche un cambio merce, nel caso le richieste di affetti spaiati fossero superiori alle tue disponibilità, ti cedo i miei da dare a chi vuoi tu.
    A me, essendo spaiati, servono a ben poco.

  6. broono Says:

    Ah, dimenticavo…

    Darei tutto quello che ho per il tuo molto altro.

  7. dirtyinbirdland Says:

    ricordando, che ai saldi non si cambia–

  8. e.l.e.n.a. Says:

    il fatto che tu abbia fatto addirittura scadere i baci è imperdonabile. sappilo.

    se broono non li ha presi tutti vorrei anche io uno scampolo di pensiero. certe fantasie e certi toni sono davvero introvabili.

  9. RobertoTossani Says:

    Quest’anno ho deciso: non compre niente ai saldi.
    Non voglio saldare.
    Saldi un giorno, saldi un altro.
    E alle fine ti trovi attaccato indelebilmente a te stesso.
    E io di me stesso ne ho due palle così.
    Alla prossima svendita.
    Ciao.

  10. hobbs Says:

    …leggerti è un vero piacere, le carezze abbortite invece sono un autentico dolore, fanno ancora più male degli starnuti trattenuti…

  11. Effe Says:

    io ho un rene mobile, ne cerco un secondo per fare la pariglia.
    Solo se veramente interessati.
    Citofonare Cinzia.

  12. hobbs Says:

    …perdonami l’eccesso di “B”, ma sai qui a roma con le doppie amiamo scialare :)…

  13. zop Says:

    compro tutto lo stock! all’ingrosso! z

  14. manginobrioches Says:

    ma tanto non siamo saldi, mi pare evidente (come il rene mobile di Herr Effe dimostra a sufficienza). meno male.

  15. pispa Says:

    carezze abortite, dai, mi sembra l’unica cosa che potrei comprare e che non prende nessuno spazio.
    basta usarle tutte subito,

  16. QuotaZero Says:

    E virgole impossibili e punti altrove e doppi punti superflui. Sono il regalo di un gennaio come tanti altri.

  17. Flounder Says:

    che si badi bene – e lo voglio dire a scanso di equivoci e per evitare che mi tiriate ulteriormente sul prezzo: è tutta merce di prima qualità.
    è un vero affare.
    ma purtroppo di questi tempi la gente non è disposta a spendere, e le cose regalate non si apprezzano mai completamente (questo l’ho imparato anni orsono a un corso di marketing, dove mi spiegarono che soffrivo della sindrome da juke box , quella che basta un soldino per ottenere tutto, anche ciò che non si vuole realmente)

    che qui siamo in un blog, ma se fossimo fuori dal direi a broono, per esempio, che non è necessario dare tutto quel che si ha in cambio di qualcosa. basta dare molto meno e darlo sul serio, per esempio.
    ma non vi voglio tediare con riflessioni meste.

    per l’eccesso di b non c’è problema. le darò in omaggio sugli acquisti.

    per i baci scaduti è più grave, lo so. ma un blackout ha fatto saltare l’impianto termoautonomo in cui erano stoccati. si possono sempe usare come chiusura per e-mail e saluti virtuali.

  18. Flounder Says:

    (andateci piano con gli orgasmi: provocano astenia e cecità. anche il blog, se per questo, ma il DSM ancora non lo dice)

  19. broono Says:

    Ok.
    Ritiro.

    Già lo sapevo, comunque.
    E’ che qui siamo in un blog e ho pensato che almeno qui avrei potuto esagerare un po’.
    Mi piaceva l’idea che pur di avere il tuo molto altro avrei, per un discorso di consapevole sproporzione, dovuto offrire non meno del mio tutto.
    Era solo il modo odierno di dirti che sei bellissima, non un impegno serio.
    Lo so come vanno le cose nella realtà.
    Non son capace di farle funzionare ma non per non conoscenza del meccanismo.

    Sei insopportabile quando rifiuti quelli che hai capito benissimo essere solo dei complimenti.
    Sempre comunque meno insopportabile di me quando reagisco, quindi va bene così e continuo ad amarti più del mio tutto e molto altro.

  20. mrka Says:

    broono , ti sei preso tutti gli scampoli di pensieri di flo? non avanza nulla?. perchè io volevo proprio quegli scampoli, anche quelli con qualche piccolo strappo in fondo, con la trama pungente, volevo anche quelli.
    ( vado a cercare, senza romperti troppo i bauli)

  21. Matho Says:

    mi farebbe piacere avere un po’ di attese inutili o, se si può assortire diversamente, inutili momenti da fermare.
    sono però un po’ a corto di danaro…
    si può fare (eventualmente) un baratto?
    matho
    (diventato più buono dopo il natale 2005)

  22. brezzamarina Says:

    ..tanto non ci sará niente della mia misura..:-/

  23. brezzamarina Says:

    peró ho un’eccedenza di passioni inconfessabili..interessa un baratto?

  24. Flounder Says:

    mi siete molto simpatici.
    ecco.
    sarei tentata di regalarvi tutto, ma le cose regalate uno poi le molla lì alla prima occasione.

  25. cletus Says:

    cerco amore usato, anche di seconda mano, astenersi perditempo, no mercenari, scrivere fermoposta…

  26. Flounder Says:

    broono says: Sei insopportabile

    lo deve per forza sapere la blogosfera tutta?
    non eravamo rimasti d’accordo che era un segreto?

  27. e.l.e.n.a. Says:

    e, comunque, tu ci hai già regalato parecchie cose e noi non le abbiamo mollate lì alla prima occasione. ma per chi ci prendi??? sgrunt!!!
    è vero, sei tremendamenteinsopportabile.

  28. Flounder Says:

    elena, sono in crisi blogghistica e astrale.
    è questo.
    così non mi resta che cazzeggiare.

    (mi pare che a questo punto certe cose non siano più tanto segrete. sgrunt)

    a mrka posso vendere qualche pensiero di quelli che non fanno dormire la notte, basta solo che mi scelga il tema.

    cletus, tu mi metti in difficoltà.
    non ho usato garantito, al momento.
    e non ti darei mai una sòla, parola mai.

  29. brezzamarina Says:

    monodosi di timori e esitazioni? (ho deciso di seguire una cura omeopatica)..

  30. Flounder Says:

    abbiamo anche quelle.
    erano incluse nel molto altro ,
    dove si trovano anche:
    residui di egocentrismo quisquilie e pinzillacchere peli superflui moccoli di candela avanzati da cene romantiche spargimenti di sangue et alia

  31. broono Says:

    Lo scrigno dei segreti te lo sei venduto nei saldi dell’anno scorso.

    Lo so perchè ho visto passare un tizio che saltava di gioia dicendo a tutti di aver trovato il graal.

    Avendomi tu rimandato indietro il “Sei bellissima” di ieri, ne ho dovuto tirar fuori subito un altro.
    Non sono riuscito a non esagerare di nuovo.
    Perdonami, non rompere e renditelo.
    Non foss’altro per il fatto che è aggggràtisse.

  32. fuoridaidenti Says:

    Una sana scoreggia che “tromba di culo sanità di corpo” no? (Sai sogliolè, mi sa tanto che il cazzeggio sia un sintomo propedeutico a)

  33. Flounder Says:

    calma, prima o poi.
    mi sa.

    broono, lo sai che c’è la maledizione sullo scrigno dei segreti?
    è come il vaso di pandora, come la rottura di uno specchio.
    io ho visto uno che l’ha aperto e sta ancora facendo capa e muro

  34. broono Says:

    “Perdonami, non rompere e Prenditelo”

    Non potevo lasciarla così.
    Conoscendoti avresti subito notato che quel “Renditelo” poteva non essere un errore, visto che ci stava, anche se stravolgendo il senso della frase.

    Rendersi una cosa ceduta a terzi è una versione freudiana della dissociazione.
    Sei dissociata tu?
    No.
    Ecco, era un errore infatti.

    Torno a lavorare.

  35. Flounder Says:

    peccato.
    mi ci ero già tutta dissociata sopra.

  36. Flounder Says:

    (nel senso che mi chiedevo: che diamine avrà voluto dire?)

  37. Effe Says:

    ma un paio di racconti inediti al prezzo di uno ce li ha mica, per caso, forse?

  38. Flounder Says:

    in questo momento solo materiale grezzo da lavorare.
    una serie di idee da sviluppare.
    ma non ho tempo né voglia (ho già detto che sono demotivata?)

    posseggo tuttavia magnifico carteggio amoroso, ma non è in vendita e neppure consultabile.

  39. broono Says:

    car|tég|gio
    s.m.
    CO

    1a scambio epistolare frequente e prolungato: tenere un c. con qcn.

    1b estens., raccolta delle lettere che costituiscono la corrispondenza tra due o più personaggi illustri: il biografo ha analizzato il c. Leopardi–Ranieri

    2 TS mar., aer., insieme di operazioni eseguite sulle carte nautiche per tracciare e seguire una rotta

    Non si può consultare perchè in questo momento è in viaggio in una bottiglia.

  40. Flounder Says:

    incredibile.
    tutto coincide.
    (ma come fai ad essere sempre così informato?)

  41. Flounder Says:

    ah, matho.
    scambio raccolta di attese inutili con settimana in sardegna.
    però poi non voglio sapere niente del mal di fegato, inevitabile effetto collaterale.

  42. broono Says:

    Da quando ho dieci anni mi alleno per entrare da porte che non pensi neanche di avere.

  43. Flounder Says:

    stai parlando del proxy?

  44. Flounder Says:

    ma un mediatore d’affari via web si chiama proxeneta?
    (marò, che strunzata!, perdonatemi)

  45. broono Says:

    Ah, Matho,
    non temere per il tuo fegato.

    Le attese inutili che sta tentando di rifilarti sono inoffensive.
    Il loro effetto è generato solo quando accoppiate ai castelli in aria dei quali, però, ho già fatto incetta io.

  46. Flounder Says:

    (che insieme ai sogni di gloria possono tuttavia avere effetto letale)

  47. Su Says:

    mmmh… vediamo un po’ :

    Scampoli di pensieri : Aggiudicati. Forse mettendoli insieme ai miei potrei ricavarne qualcosa, un costume d’arlecchino per mascherarmi alla prima occasione.

    Ricordi asserragliati : no, ho i cassetti che traboccano.

    Affetti spaiati : non so, se poi non riesco ad abbinarli?

    Desideri inconsulti/ pruriti inconfessabili/passioni recalcitranti : no grazie, sono difficili da portare con disinvoltura.

    Sguardi appassiti/ baci scaduti/ carezze abortite : ma dico, va be’ che siamo di bocca buona, ma non è che ci facciamo imbrogliare così facilmente.

    Orgasmi : no, non vale la pena comprarli già fatti, è più gratificante seguire tutto il procedimento in prima persona.

    Momenti da fermare : sì, più ce n’è meglio è.

    Mancanze di ossigeno/ tachicardie/ disturbi emotivi : ma sì va’, che non passano mai di moda.

    Castelli in aria : ah no, ho già i miei e non temono rivali per le loro mirabili architetture.

    Sogni di gloria : idem come sopra

    Parti del corpo senza fissa dimora : per esempio? Una Vena Artistica?

    Gambe Avanzate : SIIIIIIII !!! Ma sei pazza a disfartene per poco? Sono l’oggetto più ricercato del momento.

    Altro… Altro… Mmmmh, il talento non credo che sia in (s)vendita. Non so, ti resta per caso qualche illusione nuova nuova, ancora perfettamente integra? Ecco, la prenderei volentieri, pago in contanti, anche a prezzo pieno.

    🙂

  48. broono Says:

    Mh.
    I sogni di gloria, più che altro, bisogna stare attenti a non comprarteli insieme ai ricordi asserragliati.

    Causano labirintite.

    Gioca anche tu al gioco delle feste “Accoppia le merci in vendita pervedè-re-dì-nascò-stoleffé-ttochèffà” fa”

  49. Flounder Says:

    l’altra possibilità è quella di organizzare una bootsell nei sottoscala dei blog, come si fa in America.
    col ricavato si fa una donazione all’Associazione BlogAnon.

  50. Matho Says:

    caro broono, ormai il mio fegato non teme più nulla … è praticamente un reperto interessante solo per un anatomopatologo.
    cara flo
    io intendevo proporre in cambio solo un palliativo (semplice, zigrinato o liscio).
    ma vada per una settimana fegato-safe..

  51. broono Says:

    Una mia amica, quando si sposò fece la festa ne lcortile del suo palazzo.

    Era una casa di ringhiera, chiese il permesso ai condomini di usare il cortile interno, lo fece pavimentare, fece costruire un palco per i musicisti e chiamò una società di catering per allestire lì il pranzo.
    Invitò, oltre ai suoi amici e parenti, anche tutto il condominio.

    Quel giorno la sua casa al primo piano era aperta e chiunque voleva poteva salire e entrarci.
    C’era un via vai sul balcone che manco nei giorni delle elezioni davanti ai seggi.
    Ogni oggetto era in vendita.
    Dovendola lasciare e volendo chiudere con il passato aveva deciso di metterla in vendita nel senso di oggetti che in essa aveva accumulato.
    Tutto, se ti piaceva un lampada la potevi comprare, se ti piaceva un mestolo lo potevi comprare, un posacenere, un cuscino.
    Io le comprai un portacandela che mi era sempre piaciuto.
    Ogni tanto stavi giù a ballare, poi tornavi su a vedere se c’era qualcos’altro che ti potesse piacere, poi di nuovo giù a mangiare.
    Ognuno era libero di fare ciò che voleva.

    Lei si era vestita da Jessica Rabbit e lui (ex gay “convertitosi” a etero dopo aver conosciuto lei per sposarla immediatamente dopo) si vestì con un completo di paillettes turchesi.
    Una giornata indimenticabile.
    Una festa di matrimonio come non se ne vedono per secoli.
    Non ce n’era uno che avesse voglia di andarsene.
    Per le bomboniere risolsero mettendo all’ingresso del palazzo una libreria a scaffali sulla quale disposero un numero imprecisato di piantine grasse di quelle piccole che si mettono sulle scrivanie.
    Chiunque entrava o usciva dal palazzo poteva prendersi la sua, scegliendola, naturalmente.
    A volte disfarsi degli oggetti può essere una vera festa.
    Certo, devi avere il coraggio di sposarti in paillettes turchesi.
    Quei due erano una festa.

  52. Flounder Says:

    (ma il marito non se lo accattava nessuno?)

  53. Flounder Says:

    Su, illusioni quante ne vuoi.
    Ho una fabbrica clandestina nel retrobottega del blog. Lo so che non è politically correct, ma ultimamente ho impiegato una dozzina di cinesi. Al nero, ovviamente.
    Lavorano alacremente, solo che poi a volte si staccano i pezzi. Ma per quello che costano e devono durare secondo me vale comunque la pena.

  54. AnnaBella Says:

    …le parti del corpo senza fissa dimora mi lasciano perplessa, ma sono tue?

  55. Flounder Says:

    a Napoli quando uno sta un poco moscio si dice: tengo ‘o core int’e cazette

    il che dimostra che certe parti del corpo si spostano, nostro malgrado.

  56. AnnaBella Says:

    ahhh in tema con la befana?
    🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: