Cambio di consonante (4) – Livello principianti

Era un castello di sabbia.

Ma lei ci aveva messo a guardia dei giannizzeri armati di tutto punto, lo aveva circondato con un fossato di acque torbide e coccodrilli.

Ogni tre ore il cambio della guardia.

E antifurti sonori, tagliole e mine antiuomo.

Dove lei immaginava il …., gli altri bagnanti vedevano solo il …..

Annunci

37 Risposte to “Cambio di consonante (4) – Livello principianti”

  1. Flounder Says:

    Cara Flounder,
    l’enigmistica psicanalitica è un colpo basso.
    Tua risolutiva Coscienza

    Cara Coscienza,
    vuoi che miri direttamente agli organi vitali?
    Tua settimanalmente enigmatica Flounder

  2. brezzamarina Says:

    io per queste cose sono negata..ma intanto che provo a indovinare la soluzione..ti lascio questa che é sbagliata, ma é da un po’ che ci rido: trono/broono (come lo pronuncio io ci sta bene)..;-)))

  3. VENTODITERRA Says:

    male,mare

    Forse … chissa’.

  4. Effe Says:

    la risposta qui sotto è giusta, quand’anche fosse sbagliata.
    Adesso può andare con la rubrica Strano ma vero

  5. broono Says:

    bene-bere

    se serve spiegazione la fornisco.
    tratta di autolesionismo.

    toorno al mio troono
    (anagramma)
    😉

  6. Zu Says:

    Da come l’aveva combinato, sembrava proprio un castello di rabbia.

  7. charm Says:

    muro/culo?

  8. e.l.e.n.a. Says:

    questa cosa del [livello principianti] è umiliante, però.
    sappilo.

    e, comunque, lei, il male, non se lo immaginava soltanto. lo sapeva proprio.

  9. sphera Says:

    Male, Sale (il mare i bagnanti non riescono a vederlo quasi mai)

  10. anonimo Says:

    Castello/Cestello. [bandini]

  11. anonimo Says:

    Uf. Le più convincenti le han dette tutte… torbide/morbide?
    Mi

  12. hobbs Says:

    …timballo/pattino….

  13. anonimo Says:

    Qualcuno mi passa una gomma?
    Mi

  14. maurogasparini Says:

    il re del castello è mica un piccoletto con le infradito rialzate?

  15. cf05103025 Says:

    Io ho capito tutto, come sempre,
    ché noi cartografi siamo pieni di sapienza congenita, tipo sindrome di Spinoza, una rarissima roba speciale,
    cioè volevo dire,
    tanto per non perdersi d’animo e nei rivoli di sabbia vuoi rena che scivolan giù da cotesto castello o mastello o maniero, che dir si voglia
    (cioè, uno potrebbe anche costruire un castello in un mastello, o no?
    E’ mica vietato adesso che spostano anche le elezioni, porcamiseria, no, porcaeva!)
    Ovvero volevo dire che:
    duepunti:
    lei guardava se nel castello c’era il conte, invece,
    gli altri bagnanti guardavano il ponte,
    ecco,
    è totalmente logico ed ineluttabile, perdiana!

    MarioB.

  16. e.l.e.n.a. Says:

    vabbè, invece, mentre lei immaginava il rito (il cambio della guardia etc etc) i bagnanti vedevano solo il dito…
    sai la storia del dito e della luna…etc etc… (è la mia natura cancerina che si impone….)

    però non vale sparire così…
    uff…

  17. Flounder Says:

    siete dei pessimi enigmisti. questa è la verità.
    la soluzione giusta (nel senso che è quella che avevo in mente) è : male/mare.
    vince vento di terra.

    ho messo anche il numerello 4 per far capire che erano 4 lettere.

    bocciata brezza, bocciata charm, bocciata mi, bocciato hobbes, bocciato marioB, bocciato bandini.

    buona volontà espressa da broono, elena e sphera.

    pregnante il contributo di zu, che inizialmente volevo mettere come titolo del post.
    interessante quello di maurogasparini, che mi fa balenare l’idea di una possibile riscrittura con vano/nano.

    questa però è la soluzione formale.
    poi c’è la soluzione sostanziale, e là diventa più difficile.

    poi ci ritorno e vi racconto di come io e il mio amico gianni una volta abbiamo protetto il nostro castello di sabbia.

    la domanda è: il male è negli occhi di chi guarda o piuttosto nella follia insensata di chi protegge un castello di sabbia senza rendersi conto dell’inanità dei suoi sforzi?

    effe, astenuto.

  18. e.l.e.n.a. Says:

    uff, flou, sei come quelle insegnanti che mi dicevano “puoi fare di più”… 🙂

    (però quel titolo non sarebbe stato appropriato perché il tuo scrivere non è così barocco…)

  19. apocrifo Says:

    ?
    ci penserò.
    ciao Flo.

  20. sphera Says:

    Se potessimo sapere prima quali sforzi saranno inani e quali no probabilmente resteremmo a letto quasi tutto il giorno (che con sta neve non sarebbe neanche una cattiva idea).

  21. pispa Says:

    flo, tu le scrivi al pomeriggio
    io le metto in pratica la sera
    vedere male dove c’è mare
    bisogna essere paaaazzzi del tutto.. 🙂

  22. tobert Says:

    “Mi piace osservare la gente, filmare in presa diretta le loro fissazioni, i modi bizzarri e faticosi con cui si tengono in equilibrio nelle loro esistenze. E mi piace descrivere ciò che vedo, come piccoli ritratti e foto istantanee. Tassonomia esistenziale.”Ti prego se sei così bravo dimmi chi sono perchè, in questo periodo, io non lo sò più..

  23. Flounder Says:

    tobert, qui si riceve solo su appuntamento.
    per semplificare le procedure e abbattere i tempi della lista d’attesa mandami una radiografia del torace e vertebre cervicali, un emocromo con formula, una foto della tua cravatta preferita, un campione tricologico della tua precedente fidanzata e una foto che ti ritrae all’età di tre anni.

    i risultati verranno in ogni caso resi pubblici per favorire lo sviluppo della ricerca scientifica.

  24. all Says:

    resto/testo

  25. Flounder Says:

    al, passo sul fatto che hai usato un 5 e non un 4.
    ma è troppo bella, troppo.

  26. Flounder Says:

    Il male d’inverno
    di Loredana Berté

  27. Effe Says:

    Stessa spiaggia, stesso male
    (trattandosi di castelli di sabbia)

  28. Flounder Says:

    è tutta colpa di una tizia che ieri mi ha fatto così arrabbiare, ma così arrabbiare.
    diceva che vedeva il male. e anche altre cose brutte.
    allora l’ho affogata a mare.
    così, per darle soddisfazione. per non contraddirla.

  29. Flounder Says:

    (sono una che non ama litigare. ne sarebbe venuta fuori una polemica infinita. così ho preferito darle ragione)

  30. NinaCheVola Says:

    Tanto per non uniformarmi: caso/caos

    Sono quattro, è un cambio di consonante, ha quasi senso… almeno la sufficienza. Anche se sono fuori tempo massimo!

  31. Flounder Says:

    non bariamo. è un cambio di lettera, questo qui.
    però è carina, dai.

  32. Flounder Says:

    comunque andò così: che eravamo sulla spiaggia di un paese i cui abitanti non amano molto che la gente stia lì in costume a prendere il sole.
    e difatti io e gianni non ci spogliammo e passammo la mattina a costruire questo enorme castello di sabbia: una città fortificata che riproduceva la loro capitale, con legnetti, ramoscelli e piume.
    e questi tipi qui – gli indigeni – che intorno a noi controllavano lo stato di avanzamento dei lavori, stupiti e infastiditi da non si sa bene cosa.
    poi la temperatura si alzò, era quasi l’ora del pranzo, si alzò da far morire di caldo e io e gianni andammo a fare il bagno.
    durante la nostra assenza presero a calci la nostra opera e la distrussero. poi scomparvero.
    allora io e gianni perlustrammo la spiaggia e trovammo dei grossi mattoni con cui fortificare dal di dentro la nostra città, e passammo altre due ore a rimetterla in piedi.
    poi ce ne andammo.
    da lontano scorgemmo gli uomini che tornavano verso la riva e cercavano di distruggere di nuovo a calci il nostro castello.
    allora noi cominciammo a correre forte forte in direzione opposta, senza fermarci mai, e ridevamo tantissimo.

    noi guardavamo il mare
    loro sentivano il male.
    nel nome di Allah, che forse rideva tantissimo pure lui.

    (è che a volte le guerre scoppiano per un nonnulla)

  33. cf05103025 Says:

    Ma questi scalmanati e lazzaroni che davano calci si provocarono almen lesioni agli alluci ed ai tarsi o metatarsi calciando i mattoni ascosi alla vista?
    Dicevo come legge di causa ed effetto ovvero carmatica.
    MarioB.

  34. Flounder Says:

    ma penso di sì, mario, almeno a giudicare dalle imprecazioni. dovrei avere da qualche parte una foto dell’opera.

  35. Flounder Says:

    nel week end ho pensato che anche dolo/molo non sarebbe male

  36. anonimo Says:

    utente anonimo (IP: 151.41.75.66)

  37. Flounder Says:

    urca, mi sa che ho capito:
    dove lei vedeva l’utente, gli altri vedevano solo l’anonimo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: