Quanto ti ho amato, e Guantanamo non lo sai.

Mi telefonano sempre più raramente e ogni volta con una nota dolente nella voce.

Sento una voce metallica che gracchia nella cornetta: llamada intercontinental para Flounder.

L’ultima volta ho chiesto: e allora? Che fine avete fatto?

Siamo a Guantanamo, mi ha risposto Fidel.

Ma subito Ernesto Guevara detto il Che gli ha strappato la cornetta di mano: non es verdad, Flounder, estamos de vacaciones.

Ma si sentiva che non era vero.

Vabbè, ragazzi, ricordatevi che vi aspetto. Quando venite vi faccio i calamari ripieni.

In sottofondo si percepiva un tramestìo e la voce lamentosa di Fidel che continuava a cantilenare: Guantanamo, Guantanamo, Guantanamo.

Che per un momento mi è sembrato di sentire: quanto t’amo, quanto t’amo, quanto t’amo.

Ma sono gli scherzi della telefonia internazionale, lo so.

A seguire come il rumore di un ceffone.

Ernesto Guevara detto il Che ha un brutto carattere. Morirà giovane se continua così.

Silenzio.

Poi si è interrotta la comunicazione.

A Guantanamo le badanti sono severissime. Nemmeno gli gnocchi al giovedì, figurarsi un blog.

Annunci

83 Risposte to “Quanto ti ho amato, e Guantanamo non lo sai.”

  1. Gowiel Says:

    gabbie gabbiette prigioni scatole…le sole cose che sa crearsi l’uomo

  2. Lulu11 Says:

    stanotte non si dorme… pazienza.
    A proposito, leggi kaplan? Io sono innamorata, di kaplan.

  3. broono Says:

    Dovrebbero farti un monumento.

    Se nessuno dovesse mai pensarci, amore mio, me ne occuperò io, lo prometto.

    Quando sarò padrone del mondo ti regalerò tutte le piazze e tutte le vie così quando un forestiero chiederà della via del teatro, dovrà chiedere di te, quando cercheranno la via del mercato dovranno chiedere di te e tutti quelli che vorranno la residenza dovranno imparare come si dice Flounder, come si fa in america che se vuoi la cittadinanza devi cantare l’inno.

    Quando sarò imperatore delle galassie (a breve) la luna non sarà mai calante e gemelli entrerà ogni giorno in saturno con gli anelli in regalo.
    Uno avrà il tuo nome e l’altro una riga da riempire a piacimento, perchè tu sei piacimento.

    Se fossi bravo tirerei fuori tutti i termini difficili quelli che fanno colpo e farei colpo, ma non fossi bravo e mi resta solo di rimanere a bocca aperta sul post più stupido della storia dei post stupidi, incantato e allibito da quello che io non ho.

    Io non ho la musica, non ho la delicatezza non ho il cuore.

    Sai che c’è, amore mio?
    C’è che fino a ieri non capivo i commenti, oggi non ho capito nemmeno il post.

    Eppure cos’è?
    Cos’è che lo fa apparire lo stesso così bello?
    Cos’è che mi ha fatto sorridere come uno scemo già a metà, quando la musica (perdonami se l’ho fatta partire all’inizio) m’ha raccontato di un mondo a forma di stella a cinque punte, una per ogni giorno della settimana.
    Lunedì colazione dal fornaio e un bacio al semaforo ci vediamo stasera, martedì ballarò, mercoledì i pomeriggi musicali sei meravigliosa quando guardi la musica, giovedì gnocchi, venerdì il Rocky Horrror Picture Show.

    Il week end è per me, niente calcio, solo l’attesa del lunedì successivo, mi piace pensare che arriverai e ogni domenica la passerei così.

    Cos’è?

    Non voglio far parte del tuo mondo.
    Troppo semplice.
    Troppo facili i codici.
    Un paio di link, due autori e ualà.

    Voglio starne fuori.
    Entrarci così, quando dormi, alle 3 e mezza di un sabato notte, quando non puoi impedirmelo e io indisturbato posso fare errori e posso dire fuffa e posso dire che “se sarei lì ti darei un bacio” e si fotta chi corregge le parole altrui.

    Tu sei un dono.

    Nell’era di echelon mi arresterebbero per un commento così.
    “Pericoloso” direbbero.

    E invece è solo che tu sei lì.
    E io no.
    E fossi lì ti addormenterei ogni sera con una fiaba, di quelle che conosci solo tu ma il finale me lo inventerei io ogni sera.

    Il finale è che tu sei sempre felice.
    Darei le gambe, se servisse.

    A parte me, a memoria d’uomo non ricordo persona che lo merita di più.

    Torno nel mio silenzio.
    Sono le 3 e mezza e quelli molesti come me, a quest’ora, dovrebbero imparare a tacere.

    Come cazzo fai a essere così bella?

    Meriti una vita felice come pochi altri al mondo.
    E credimi, con tutto il cuore, da oggi in poi te la auguro.

    Avevo voglia di dirti questo, stasera.

  4. rosadstrada Says:

    …Guantanamo…quanto t’amo…
    Flo, Grande. Silenzio!
    E basta.

  5. anonimo Says:

    grazie zia

  6. pispa Says:

    madonna, a me questi due mi fanno emozionare
    altro che che guevara e fidel, va bene la politica, ma chissenefrega quando funziona così tutto il resto :)))
    chekiùlo!

  7. anonimo Says:

    Le badanti si possono licenziare o quantomeno è possibile svincolarsene. Il punto è volerne fare a meno. Non è detto che a tale nodo decisionale uno arrivi al primo tentativo. Però se non riesce a scioglierlo nemmeno al secondo, sarà meglio che all’altro capo del filo non stiano col fiato sospeso…
    Anche perché stare in attesa davanti a una porta chiusa impedisce di vedere quando se ne aprono altre.
    (sembra un augh, ma parlo umilmente per esperienza personale, vissuta alternativamente in ciascuno dei ruoli, quello di chi fa attendere e quello che attende – a proposito dei giochi cui accennavi in un post qualche tempo fa)

  8. Flounder Says:

    buongiorno.
    ma qua non si dorme mai? ah no, sono io che ho dormito poco, è vero.

    gowiel, a te ti nomino ministro per la liberazione (un lavoraccio)

    lulu11, io non sono innamorata di kaplan, lo giuro sul suo blog

    broono, per un attimo mi sono emozionata. sapere che ci sei, così lontano. anche tu a Guantanamo?
    (non scherziamo con le gambe, non c’è bisogno di arrivare a tanto. anche un mignolino fa la sua bella fugura)

    rosa e pispa, questa è una serie “estiva”, mi fa venire in mente sole, mare e chioschetti delle bibite.
    la rivoluzione on the rocks (e poi siamo in periodo pre-elettorale, io do il mio contributo con messaggi subliminali)

    anonimo n. 5 : grazie a te, nipote.
    (ti consiglio di ripassare la fisica di Newton)

    utente anonimo detto voce narrante: che ne sai tu di un campo di grano?
    (così, senza intenzione. è che il tuo commento mi ha fatto venire in mente Battisti. e di nuovo il fatto dei semafori. ma perché sono sempre al giallo?)

  9. cube Says:

    Buongiorno a te, Flounder.
    Due anni fa sono stata a Cuba e lì ho scoperto una cosa assai inquietante, che forse getta nuova luce (o nuove ombre?) sul mistero della llamada che hai ricevuto… Insomma, non so come dirtelo… ma pare che il Che sia morto. Sì. La cosa più tremenda è che nessuno vuole accettarlo, e così fanno tutti finta che sia ancora vivo, e ne parlano, e gli parlano, e tu cammini per le strade dell’Avana respirando la sua presenza e con la certezza nel cuore che, se ti fermassi ad un angolo ad aspettarlo per tutta la vita, prima o poi lo vedresti passare. Al contrario, nessuno riesce ad accettare che quel vecchio babbione di Fidel sia ancora vivo, lo odiano tutti! Per questo l’hanno recluso a Guantanamo, per fargli scontare gli ultimi giorni della sua immeritata esistenza sotto le vessazioni di una badante terribile, americana, chiatta e sadomaso.

  10. cube Says:

    (sono HangingRock, elevata alla quarta potenza)

  11. Flounder Says:

    (la badante chiatta in effetti mi forniva un indizio)

    no, no, no.
    non ti posso credere. ho prove documentali sottratte nottetempo alla cia che provano il contrario.
    se così fosse dovrei vestire il lutto, ma mo’ viene la primavera, tempo di arancioni, rosa, giallini e gonnelline, come faccio?
    e soprattutto: di Che è morto il Che?

  12. cf05103025 Says:

    Perchè Fidel si tiene Guantanamo USA e getta?
    Loro glie l’impongono però lui prende soldi, tanti, ma tanti: fa il leader maximo dal 1959 quando gli volevo bene, ancora.
    Lui è uno degli uomini più ricchi del Americhe, lui Fidel;
    Ernesto Che: no.
    Lui, no.
    A me non mi telefonano mai nè l’uno nè l’altro.
    A me mi telefonò Trotzkji due anni fa per farsi spedire nel girone degli spiriti negligenti un pacco da due etti di tabacco Trinciato Nazionale per farsi cicche.
    Mi ha detto pure che deve ancora fare circa 7000 anni di purgatorio, mi ha detto anche: Dì a Ferrando che vada affanculo e parli per sè. Poi per aver detto la parolaccia un angelo di nome Amintore Fanfani gli ha sequestrato il tabacco.
    Poi non mi ha più telefonato.
    Ecco.
    Però mi scrive sempre Majakovskii delle lettere lunghissime dove si lamenta del rancio e che Esenin lo disturba russando la notte.
    E’ gente così, un po’ disturbata dall’aldilà. Manca anche la vodka.

    MarioB.

  13. brezzamarina Says:

    mi erano proprio mancati!! 🙂

  14. shemale Says:

    Broono, mi hai tolto le parole di bocca…

  15. rosadstrada Says:

    Flo: ho un quesito, che non centra nulla con il post, ma la cui risoluzione mi scioglierebbe dubbi amletici. Dunque. Il dizionario di inglese in mio possesso mi fornisce 2 traduzioni possibili del termine FLOUNDER: 1°=dibattersi;dimenarsi;esitare. 2°= PASSERA (!!?)
    Quale delle due interpretazioni devo prendere come buona nel tuo caso?

  16. shemale Says:

    Rosadstrada, devi prendere tutte e due le definizioni e combinarle insieme. Si tratta di una “passera” che “si dimena”. Niente male, non credi?

  17. talib Says:

    Il Che ha promesso che torna a prendermi. Ian Solo ha già aderito alla rivolta e io farò coppia fissa con JarJar.

  18. ColcyChe Says:

    …ciascuno ha -in fondo- una coscienza distorta e sola a cui piace chiacchierare, la notte.

    per alcuni si chiama Fidel.

    Fù
    in punta di piedi
    dissacrata

  19. cf05103025 Says:

    Com’è ovvio la passera è un pessiolino piatto trovantesi sovente in Adriatico dove ci dicon:
    Sior mio, ghe dago do paserette fresche fresche?

    Le passerette o passerine son buone fritte infarinate, assicuro meglio che la soglioletta e con prezzo inferiore, per dire.
    Se e qualora le passerette si dimenassero occorre buttarle subito in padella onde stoppare il fremito.
    Forse Flounder ha bisogno di essere posta in fricassea.
    O no?
    Nun se sape.

    Marius

  20. Flounder Says:

    brezza: sapessi a me
    (ma si hanno notizie di qualcuno che sia uscito vivo da Guantanamo?)

    mario: io vorrei che qualche volta mi telefonasse – che so – Astor Piazzolla o Gardel.

    rosa e shemale: passera che si dibatte (nel senso di tormentata) mi pare la traduzione migliore.
    (per quanto poi sostiene mario, credo abbia ragione, per quanto detesti la fricassea. meglio un’insana frittura)

    talib, se torna fammi un fischio, che mi aggrego.

    colcyche, tu non lo sai, non puoi saperlo. ma il tuo commento è terribilmente pertinente, anche troppo.

  21. cf05103025 Says:

    E figurati!
    Sarei anch’io contento che mi telefonassero Gardel e Astor Piazzolla, invece l’altrieri mi ha telefonato la buonanima indignata di Luciano Tajoli per dirmi che cantavo malissimo “Trieste mia” e di non farlo più.

    MarioB.

  22. Flounder Says:

    ecco, mario, non ti offendere.
    ma non la cantare più.
    (se non per Tajoli, fallo almeno per me.)
    impara Passione, quella della Madonna della Neve. è struggente e bella.

  23. anonimo Says:

    co son lontan de ti trieste mia mi sentoi un gran dolor un gran dolor

  24. Flounder Says:

    ma se in Italia erano le 2.37 a Cuba che ora era?

  25. pispa Says:

    sì, qualcuno è tornato da guantanamo, di solito sospettati rivelatisi innocenti.
    hanno passato delle interviste in tivù ai familiari, gente spezzata nello spirito, un po’ come i nonni tornati dalla grecia e dalla russia
    che non riesce molto e reincollare quello che gli è capitato col presente.

  26. Effe Says:

    invece di disprezzare, rendetevi conto della fortuna.
    Quest’anno i viaggi Francorosso per Guantanamo li dan via per un tozzo di pane.

  27. Flounder Says:

    ho il sospetto che questi due qui, Ernesto Guevara detto il Che e Fidel ,siano le facce intercambiabili del Super Io e dell’Es.

  28. brezzamarina Says:

    sono ripassata per caso e ho letto il commento di broono e allora ti dico che quest’uomo tu lo devi sposare (altrimenti lo faccio io) 😉

  29. Flounder Says:

    brezza, l’importante è che io e te non litighiamo 😉

  30. brezzamarina Says:

    no no..infatti ti do la precedenza assoluta..ma non aspettare troppo eh ;-p [forse sto facendo i conti senza l’oste ahaha]

  31. Flounder Says:

    ma no, non faccia così. passi prima lei 😀

  32. e.l.e.n.a. Says:

    …vabbè mentre voi state lì a bamblinare…

  33. brezzamarina Says:

    no no no signora mia..dopo di lei ahaha

  34. brezzamarina Says:

    eccallá! e.l.e.n.a. ;-p

  35. Flounder Says:

    raga’, io sono un’acquirente difficile.
    se non provo il prodotto con la formula “soddisfatti o rimborsati” non mi posso pronunciare.
    (su catalogo no, non compro)

  36. e.l.e.n.a. Says:

    flou, mi hai fatto venire in mente tokio, dove nel quartiere a luci rosse, distinti signori agli angoli delle strade offrono le prostitute su catalogo. delle specie di album di figurine dove sono raffigurate improbabili (per lo standard medio giapponese) donnine coperte di costumini piumati…

  37. Flounder Says:

    vabbè, ma i giapponesi son poco tattili, si sa…
    qua siamo gente di mediterraneo: assaggiamo, annusiamo, mordicchiamo, tastiamo.

  38. brezzamarina Says:

    che sei un acquirente difficile giá lo so..che su google ti avevo trovato un diplomatico coi fiocchi e tu storcesti il naso..ora la foto di broono su google non ce l’hanno [ma magari tu l’hai visto] peró quel commento, perdio, ti stende, no? soprattutto quella frase sui giorni della settimana..quella proprio mi mette KO..

  39. Flounder Says:

    (brezza, fammi capire: ma tu pigli le percentuali?)
    uhauhauha

  40. Flounder Says:

    mo’ non è per broono (p’ammore e ‘ddio), ma a me le dichiarazioni di intenti mi fanno lo stesso effetto dei programmi elettorali.

  41. brezzamarina Says:

    no..io c’ho la vocazione..ahaha [sui diplomatici si, ma solo il 5%, esentasse]

  42. brezzamarina Says:

    vabbé..allora ti concedo di pensarci per un’altra settimana..dopodiché mi faccio avanti io..;-p (vediamo se mettendoti pressione funziona meglio)

  43. Flounder Says:

    brezza, la verità è che io detesto gli gnocchi.
    (se riusciamo a trovare un accordo e a sostituirli, al giovedì, con dei raviolini, magari se ne può parlare)

  44. brezzamarina Says:

    cavoli..per un ‘issue’ di questo genere di solito ci si rivolge ad un consulente matrimoniale, peró si puó fare..

  45. brezzamarina Says:

    basta che non dici no a ballaró il martedí perché sennó davvero ti scavalco..c’é un limite a tutto eh..

  46. Flounder Says:

    tanti anni fa (non dico quanti per decoro) – e qui vorrei che si affacciasse al blog la nostra lettrice che venne dal freddo – avevamo conosciuto, o meglio, lei aveva conosciuto in aereo questo qui di Ballarò, che all’epoca era un ragazzetto, anche molto simpatico, ma del tutto ancora sconosciuto.
    credo che gli abbiamo fatto trascorrere uno dei capodanni più indimenticabili della sua vita, che ogni volta che lo vedo alla tv mi viene ancora da ridere e gli telefonerei in trasmissione per chiedergli se si ricorda del favoloso veglione in una specie di garage a Praga 5, in mezzo a una banda di veterocomunisti che erano uno spettacolo solo a guardarli.
    (niente equivoci, era un “indimenticabile” in senso negativo, di quelle cose che dopo anni e anni continui a chiederti come sia potuto accadere di trovarsi in una situazione così grottesca. venni anche eletta “Miss Capodanno” da una ciurma di indigeni capelloni, cosa di cui ancora oggi vado estremamente fiera)

  47. brezzamarina Says:

    Flou..dopo che tu broono vi siete sposati, potete adottarmi cosí la sera a cena mi raccontate tutte queste storie?

  48. Flounder Says:

    brezza, se continuiamo così, tra un po’ broono si affaccia e ci fa un controcommento in 16 tomi, due allegati, un glossario, indice ragionato e analitico e due dispense di aggiornamento. 😀

  49. brezzamarina Says:

    almeno stasera avró qualcosa da leggere invece di guardare il faccia a faccia..

  50. e.l.e.n.a. Says:

    e comunque ci sono dichiarazioni d’intenti e dichiarazioni d’intenti.
    a una così non si può non capitolare…

  51. Flounder Says:

    (ma che v’è preso oggi, a tutte e due?)

  52. brezzamarina Says:

    io c’ho il picco ovulatorio, e.l.e.n.a. non so..

  53. e.l.e.n.a. Says:

    io ho mangiato cioccolatini a forma di cuore…

  54. Flounder Says:

    posso sposare voi due, invece?

  55. brezzamarina Says:

    io sono un enorme cioccolatino a forma di cuore..

  56. e.l.e.n.a. Says:

    brezza, che dici, potremmo farle da damigelle… sai quelle vestite uguali che fanno le prove dell’abito come le spose etc etc…

  57. e.l.e.n.a. Says:

    brezza, sei almeno fondente?!?

  58. brezzamarina Says:

    il mio “principale’ Brezny mi disse che questa settimana avrei sperimentato almeno tre forme d’amore (come le intendevano gli antichi greci)..oggi agapizzo a destra e a manca..

  59. brezzamarina Says:

    e.l.e.n.a. no..sono del tipo con la scioglievolezza dentro 🙂

  60. Flounder Says:

    (no, no, l’agape fraterna no, ve ne prego. fa il paio con le dichiarazioni di intenti)

  61. brezzamarina Says:

    le damigelle si :-)) color lavanda come Julia Roberts ne Il matrimonio del mio migliore amico? [perché in fondo in fondo dobbiamo nascondere la nostra infatuazione per lo sposo] ahaha

  62. AnnaBella Says:

    se vi avanza qualche amore da qualche parte fatemi sapere… per queste cose il tempo di leggere una mail si trova sempre…
    🙂

  63. brezzamarina Says:

    ma Flou io agapizzo qui, erotizzo da altre parti e epithemizzo da altre ancora..

  64. Flounder Says:

    me ne vado.
    che il cielo vi ephitemizzi tutte.
    (che di questi tempi ce n’è assai bisogno)

  65. Zu Says:

    Roba da mettere il preservativo al mouse.

  66. broono Says:

    Io non faccio dichiarazioni d’intenti.
    Io dico quello che penso.

    Che è parecchio, ma parecchio, diverso.

    Le dichiarazioni d’intenti, come i programmi elettorali, le fanno quelli che vogliono qualcosa in cambio.

    Io ti adoro e mi basta così.
    Ogni tanto te lo dico, il resto del tempo lo faccio in silenzio.
    La differenza è solo quella.

    E se non te lo dico ogni giorno è proprio perchè da queste parti, anche da queste parti, viviamo pensando che nessuna parola potrà mai sostituire morsi, assaggi, profumi e balocchi.
    Molti balocchi.

    (A Brezza e Elena due baci che nemmeno se li immaginano)

  67. riccionascosto Says:

    (nel frattempo io vado a leggere Breszny che me lo sono perso)

  68. AnnaBella Says:

    …beh resta il fatto che l’appellativo di strega a quanto pare è ancora azzeccato. non potevo immaginare funzionasse anche su web, questo no….
    😉

  69. Flounder Says:

    strega a chi?

  70. brezzamarina Says:

    eccoti..mentre non c’eri, noi tre abbiamo deciso che questo matrimonio s’ha da fare (anche perché l’alternativa del matrimonio lesbico a tre con broono come paggetto mi sembra un po’ troppo avanti persino per l’Olanda o per la Spagna..figuriamoci qui..Ruini ci fulmina) …

  71. Flounder Says:

    caro broono, è il miglior controcommento che mi aspettassi.

    signore, se permettete, mi (ri)sposo di mia iniziativa, pur apprezzando i vostri buoni uffici.

    (zu, di parole non s’è mai ingravidato nessuno, almeno spero. a proposito: alcuni amici mi hanno riferito che sei un giovanotto molto affascinante: è vero?)

  72. e.l.e.n.a. Says:

    beh, no, dai, l’idea di broono come paggetto è svilente… non si potrebbe realizzare un matrimonio con le sottocitate tre forme d’amore a turno???

    (per intanto ringrazio e ricambio bacio inimmaginabile)

  73. Flounder Says:

    io al massimo posso fare l’ agape à trois . sul resto non ci sono portata.

  74. HangingRock Says:

    Broono, in attesa che Flounder ti sposi e che elena e brezza ritirino il bacio, e magari se lo scambino (ma poi precisiamo: osculum, basium o savia?), vorrei proporti una nuova forma di fidanzamento: il prestito d’amore. Ti offro dieci giorni di sentimento a sfondo perduto e altrettanti di sesso agevolato, da restituire in comode rate trimestrali nell’arco di un anno.
    L’importante è che tu non sia occupato (la legge prevederebbe un’astinenza da almeno sei mesi, ma -da quanto leggo sul tuo blog- la tua dura quasi da un anno, quindi tuttapposto).

    Interessa l’articolo?

  75. Flounder Says:

    se è un finanziamento comunitario si deve fare la valutazione di conformità, coerenza, il monitoraggio ex-post e nominare un nucleo tecnico di valutazione.
    (le procedure sono lunghe)

  76. HangingRock Says:

    Non è un finanziamento, ma un fidanzamento, sia pure a tempo determinato. E non è comunitario. Tiè.

  77. Zu Says:

    Più che altro sono affascinato.

  78. Flounder Says:

    (che non si faccia di tutt’erba un fascinum , mi raccomando)

  79. broono Says:

    Dato che Flò (dopo aver detto che piuttosto che con me si sposerebbe con brezza e Elena insieme), si è data al corteggiamento spinto a Zu ignorando completamente le mie dimostrazioni d’amore, io a questo punto mi ritengo sciolto da qualsiasi impegno nei suoi confronti e pertanto disponibile a finanziamenti (soprattutto ora che sto comprando casa) e fidanzamenti, a tempo e non.

    Nulla di comunitario, però.
    Sono un nazionalista esclusivista e anche un po’ protezionista.

    Favorevolissimo al fidanzamento a tempo.
    Che sembra una cazzata, ma io ci ho sempre pensato.
    Quanto sarebbe bello impegnarsi a passare due settimane di pura meraviglia per poi salutarsi e andare a rendere felice (e farsi rendere felici) qualcun altro.

    Promuovo, comunitariamente, il love sharing.
    Mi impegno fin d’ora a non avanzare pretese sindacali.
    Sono pronto a sottoscrivere qualsiasi tipo di contratto, siano essi Pacs, fax, Co co co.

    Dichiaro fin d’ora che l’unica cosa che scaricherò sarà l’Iva e nei limiti delle mie disponibilità garantisco che per l’intera durata del contratto, a turno, sarete (e vi sentirete) le donne più desiderate e desiderabili al mondo.
    (pronto a fornire referenze di ogni genere)

    Per quanto riguarda l'”occupato”, garantisco inoltre che sono quanto di più libero ci sia al momento in circolazione.
    Ovvio che lo stesso si pretende dalla controparte.

    Inviare curriculum e foto di parti intime con tatuaggio a freccia recante la scritta “Broono, da questa parte. Ti amo per dieci giorni e non di più”.

    Astenersi perditempo e “Aiutami a superare i miei problemi”.

    Abbiamo già dato.

  80. Flounder Says:

    (a questo punto ci vuole ‘o malamente che entra in scena col coltello a serramanico)

  81. Zu Says:

    Dicendo: ‘a panza toja è fodera ‘e curtiello: stanotte ‘na mamma adda chiagnere e sta mamma nun è ‘a mia.
    (zan-zan)

  82. Flounder Says:

    Mario Zu Merola?

  83. Zu Says:

    Francis Vincent Zappatore

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: