Sogni di una notte di mezza estate

Sogno. Sogno le stesse cose da giorni,  con la cadenza abituale dell’inserzione di un badge aziendale nell’apposita fessura.

Sarà il caldo, o certi pensieri aggrovigliati.

Sogno mio padre, sempre più spesso,  e lame di coltelli. Sogno amputazioni di arti e fughe senza via di scampo. Poi una città arroccata sul mare.

Mi sveglio, vado a bere e torno a letto. Mi riaddormento e riprendo il sogno da dove l’ho lasciato, peggio di uno sceneggiato a puntate.

Sogno cose che capisco, che mi parlano facendo la voce grossa e si frappongono tra i miei piedi come ostacoli inevitabili. Dopo i salti e la gimcana non so più davvero cosa inventarmi, forse dovrei imparare il volo libero.

Mi sto vivisezionando, senza peraltro arrivare a niente di definitivo. Frammento e isolo, come in cerca di una soluzione. Ricompongo le possibilità e le elevo a categoria di riflessione più ampia, come nella teoria degli insiemi, ma il cerchio che le racchiude eleva solo in apparenza.

In realtà è gabbia e confine non permeabile.

Prima o poi – mi dico – prima o poi mi darò una risposta e un assetto. Le due cose saranno fuse e inscindibili. Il comportamento condiziona il pensiero, il posizionamento corretto delle azioni è l’unica riprova certa delle intenzioni.

E’ tutto ciò che so, anche nel non metterlo in pratica.

La risposta ce l’ho sulla punta della lingua, ma non voglio pronunciarla. Non posso, non adesso. Sgretolerebbe tutto quel che c’è intorno.

Allora mi attacco al lavoro, aderisco ben bene, lo rendo esperienza mistica e carnale. Ne faccio puntello e sostegno, scudo ed elmo.

Se fossi esperta di grigi, tra demolire e condonare vedrei una terza via.

Ma ad agosto i fornitori sono chiusi e ci si arrangia come si può. Il cantiere esistenziale riapre con i primi freschi.

 

Cara Coscienza, dammi l’afa come attenuante.

Cara Flounder, io sono climatizzata 12 mesi all’anno.

Annunci

19 Risposte to “Sogni di una notte di mezza estate”

  1. anonimo Says:

    col caldo poi i muri seccano subito.
    (a volte, anche troppo alla svelta)

    lisa

  2. anonimo Says:

    e poi, pensavo, i materiali naturali hanno bisogno del loro tempo, per fare il tiraggio giusto.
    certo, esistono anche prodotti sintetici che ti permettono di abbreviare i tempi: essiccanti, fissativi, stucchi.
    col tempo, però, risultano i meno resistenti.
    e quando si danneggiano, non ci puoi reintervenire.

    (abbi pazienza, oggi sono piena di metafore arts and crafts)

    lisa

  3. zop Says:

    la mia coscienza invece si deve accontentare di un misero ventilatore… un bacio a te.
    z

  4. Flounder Says:

    la Aladino’s lamp è già chiusa per ferie. il risponditore automatico consiglia di mandare un fax dopo il segnale acustico e poi di avere pazienza, che le richieste saranno evase in ordine cronologico.
    conclude così:
    Auguriamo alla nostra clientela una felice vacanza. Se proprio avvertite la necessità, strofinatevi da soli, in attesa di essere contattati da un nostro incaricato.

  5. Zu Says:

    Voglio conoscere la loro copy!

  6. dadau Says:

    anch’io ho un bel po’ di questioni irrisolte con cui “prima o poi” dovrò fare i conti. e avrei pure la sensazione di avere anche delle risposte sulla punta della lingua.
    solo che ho un po’ paura che si avveri la famosa profezia di Quelo: “La risposta la devi cercare dentro di te…“.

  7. MosakSlot Says:

    mmh.

    ma parli di sogni sul serio o è un elucubrazione (per quanto onirica) ?

  8. Flounder Says:

    no, no. sogni veri.

  9. hobbs Says:

    …”sogni veri”, meraviglioso paradosso…

  10. zaritmac Says:

    Che coscienza simpatica! Ma lei dove dorme mentre tu ti arrovelli nei sogni?

  11. Nonostantetutto Says:

    E’ sempre una sorpresa leggerti.

    Rob.

  12. Flounder Says:

    sogno coltelli e ferite da armi da taglio.
    ricevo stamattina una mail per un concorso letterario che racconti storie di coltelli (ed eventualmente forchette), rigorosamente noir.

    a riprova che il caso non esiste

  13. lontanoda Says:

    E’ l’afa, il calore, a rendere l’aria e i pensieri tanto densi, da faticare a scordarli, così è anche per i sogni, che poi sogni non sono, ma paure nascoste, un saluto Claudia

  14. Flounder Says:

    – hai preso tutto, flounder?
    – sì
    – gli asciugamani, le scarpe da scoglio, le medicine, il doposole, la borsa termica, il set ago e filo, i libri, il caricabatterie per la macchina fotografica, i campioncini di tutti i prodotti possibili e immaginabili che raccogli durante l’anno perché in vacanza sono più pratici da usare anche se ingombrano più di una confezione normale?
    – sì
    – hai sistemato le piante in semi ombra, hai fatto l’ultimo bucato, hai consumato tutti i cibi deperibili, hai pagato le bollette in sospeso e ritirato le raccomandate alla posta?
    – sì
    – e questa faccia un po’ così e questo umore un po così? stai andando in vacanza, mica al patibolo.
    – lo so
    – e allora?
    – allora niente. ho la sindrome da post sabato del villaggio

  15. didolasplendida Says:

    mettimi nel beauty e portami con te

  16. AnnaBella Says:

    i sogni portano sempre a qualcosa anche se quando meno te lo aspetti. La mia avventura lavorativa finisce lunedì dopo non so… intanto, spero presto, me ne andrò al mare.
    Tanti baci sparsi spero a presto non appena una connessione si rifarà viva….
    😉

  17. pispa Says:

    anzi, vieni tu con me in vacanza, con tutti i tuoi campioncini ci divertiamo un sacco vedrai 🙂
    tanti, brutti, scomodi sogni anch’io da pochi giorni.
    è il momento del distacco, della vacanza lui/no/lei/si/lui/sì/lei/no (?) che mi uccide, piangerò una settimana almeno.
    mi verranno gil occhi belli come dicono le nonne? va’ là 🙂

  18. Flounder Says:

    vi porterei tutte, nel beauty e nelle tasche interne della valigia. che le vacanze tra donne sono un balsamo.

  19. BellaLu Says:

    il cantiere esistenziale… aspetteremo che riapra. Passeremo ogni tanto, con pazienza, a vedere se hai riaperto casa. (Oggi qui ha piovuto, non è già abbastanza fresco?)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: