Certe piccole sinergie

Ero a una specie di convegno, stamattina. Una tavola rotonda, va’.

Sei relatori e tre ascoltatori. Di quelle cose che vuoi morire, a qualsiasi delle due formazioni tu appartenga.

E dentro di te (da relatrice) ti ripeti una specie di mantra, ti dici  che non importa se la platea ipotizzata è venuta meno: tu assolvi a un ruolo, a una funzione e vai avanti, anche per una sola persona.

Frustrata, ma vai avanti.

Il tipo prima di me ha detto: dobbiamo pensare a intese sinergiche.

Al mio turno ho avuto un incontrollabile lapsus. L’ho ricalcato dicendo: dobbiamo creare intese lisergiche.

Ma non se ne è accorto nessuno, tutti sprofondati nelle voci di dentro.

Annunci

45 Risposte to “Certe piccole sinergie”

  1. 8e49 Says:

    ecco, tu lo sai che per me questo post è da applauso, vero? 🙂
    (però se me lo dicevi, io ci venivo ad ascoltarti)

  2. Flounder Says:

    certi giorni la casalinga che è in me prende il sopravvento.
    sarei più utile a rammendare calzini e cucinare sformati.

  3. sessoinsupposte Says:

    ma nemmeno le slides? di solito quelle le si guarda.. ma russavano?

    d.

  4. Flounder Says:

    niente slides.
    c’è un codice comunicativo preciso per ogni situazione, ormai ho imparato.
    esistono tavole rotonde, convegni, workshop, brainstorming, b2b e altre cosette così.
    se ti dicono che c’è un coffee-break, ti toccano anche pizzette e pastarelle.
    il light coffee-break ti dà diritto a un caffè e un succo di frutta.
    l’open-bar ti fa fare pipì in continuazione.
    il light lunch è massimo 700 calorie.
    ai cocktail devi stare attenta a come parli e a con chi parli.
    la gena di gala ti fa due palle tante.
    (…ooops…si dice: ti crea un sovraccarico emotivo difficile da smaltire)

  5. e.l.e.n.a. Says:

    in realtà era una seduta di autocoscienza e voi eravate nel salotto di concetta freud

    (beh, se alla cena di gala c’è il nano unto può persino capitare di ricevere una proposta di matrimonio…)

  6. broono Says:

    E’ col welcome coffe che ci si gioca tutto.
    L’avevate fatto il brief?
    E lo sapete che la nuova tendenza è il de-brief?
    Posso occuparmi io delle chart?
    Ti faccio io lo speech?
    Ce l’avevi il Cicra?
    Avevate posizionato correttamente le Paline?
    E le Palone?
    Guarda il lato positivo, la recall per il calcolo della redemption non sottrarrà tempo al calzetting e allo sformatting.

    E’ il mio settore, amore mio.
    Facciamo un B2B SULLA tavola rotonda.
    Nel Q&A potremmo trovare delle soddisfazioni.

    🙂

  7. Flounder Says:

    (broo’ ho solo tavole quadrate e rettangolari. viene bene lo stesso?)

  8. broono Says:

    ma certo che si.
    l’importante è che quelle quadrate non si cerchi di farle diventare tonde.
    (e viceversa)

    ma si può dire “si cerchi” di una tavola quadrata?

  9. Zu Says:

    (eh, altrimenti la questione si farebbe… spigolosa. Ahi)

  10. sphera Says:

    Dicono che vanno a scuola e poi vanno a drogarsi.

  11. Effe Says:

    ma c’era pure Lapo?

  12. BellaLu Says:

    le intese lisergiche funzionano anche meglio delle sinergiche, ma sono un po’ rare

  13. Flounder Says:

    ma no, poverelli, erano produttori di ortofrutta.
    anche pere, ovviamente.

  14. Flounder Says:

    qui un testo sacro: Il Tao della quadratura del cerchio
    (di molto antecedente al Kamasutra)

  15. broono Says:

    Vedi, la saggezza orientale…
    …per far quadrare un cerchio bisogna averne non meno di 30.

    la risoluzione non permette la lettura precisa, ma direi che a un primo sguardo questo dicono, quelle due paginette.

    🙂

  16. Flounder Says:

    adesso scompaio.
    basta, basta, non cerc(hi)armi più
    😀

  17. broono Says:

    “Piano americano,
    e sfioro il tavolo con una mano.
    Pomeriggio strano,
    e un desiderio che è fuggito lontano.
    Polvere, gran confusione, un grigio salone
    in quale direzione io caccerò la
    polvere dai miei pensieri?
    E quanti misteri
    coi pochi poteri
    che la mia condizione mi dà.

    Aria un po’ viziata,
    quella finestra andrebbe spalancata.
    Tela rovinata,
    e la cornice è tutta consumata.
    Polvere, troppi ricordi, è meglio esser sordi
    e forse è già tardi per togliere
    la polvere dagli ingranaggi,
    dai volti dei saggi
    coi pochi vantaggi che la mia condizione mi dà .

    Non mi cerc(hi)are, che non mi riconoscerai
    Non mi cerc(hi)are, che non mi riconoscerai
    Non mi cerc(hi)are, che non mi riconoscerai… (ad lib)”

    Polvere, E. Ruggeri.

    🙂

  18. Flounder Says:

    (serve aspirapolvere?)

  19. broono Says:

    No no, non rispondo.
    Ho detto che non rispondo e non rispondo.
    No davvero ho detto che non rispondo.
    Se ho detto che non rispondo non rispondo.
    No no no no ho detto no non rispondo.

    (Sogliola, come sai essere sottile tu, nessuna mai)

  20. aitan Says:

    Mi ero perso due post bellissimi.
    Questo mi ha fatto sorridere pensoso, ma mi è piaciuto ancora di più il piglio tenero-saggistico dell’altro (quando la tenerezza vince anche sull’ironia). E poi mi pare di vederle mamme-e-figlia.

  21. Flounder Says:

    aitan, tu sei assente giustificato.
    (in separata sede avrete poi il racconto del consiglio sentimentale che mi ha saggiamente elargito l’altro giorno)

    broono, non rispondere, no.
    no, no, no.
    veramente non occorre.
    (hoover o folletto?)

  22. ipsediggy Says:

    relatori battono auscultatori 6 a 3.
    pere, ovviamente

  23. broono Says:

    Folletto.
    Babbo Natale e tutto il resto.
    (e Befana, certo)

  24. Wosiris Says:

    Lisergic Speech Diflounder?

    praticamente alle porte della percezione.

    beh interessante.

    c’e’ del materiale a disposizione?

  25. melpunk66 Says:

    si io adoro le intese lisergiche. si si le adoro io adoro le intese lisergiche si si
    le adoro

    oddio le intese lisergiche ù
    oddio
    lisaergiche
    ahh

  26. Flounder Says:

    iggy, ambasciator non porta pene, relator non porta pere.

    mel, tutto bene tu?

    wos, sto studiando la formula segreta per la somministrazione del blog in pratiche pasticche, da assumere nei momenti critici della giornata.

    broono, capisco la befana. ma babbo natale mo’ che c’entra?
    (ho perso il filo, lo confesso)

  27. nhuada Says:

    Sono terribili i lapsus. Durante un esame, mi si ingarbugliarono le parole e al posto di dire al docente “ci sfottiamo a vicenda”, mi uscì fuori un “ci fottiamo a vicenza”! Ero mortificatissima e mi scappava da ridere, un esame da dimenticare!

  28. Flounder Says:

    nonostante l’imbarazzo, a me i lapsus piacciono da morire. aprono uno squarcio sui segreti.

  29. broono Says:

    Era come dire “Favola”.

    Marò…quando ti si deve spiegare le cose romantiche è come essere costretti a richiamare l’attenzione tirando sassolini alla finestra ma avere solo un mattone nei paraggi.

    (non so se rendo)

  30. broono Says:

    ma avendo solo un mattone

  31. Flounder Says:

    che so’ le cose romantiche?
    (ahi, ahi, il mattone. no, ahi, smettila con ‘sto mattone, che fa male)

  32. anonimo Says:

    ah… ecco perché è tutto il giorno che mi fischiano le orecchie.

    🙂

    lisa

  33. melpunk66 Says:

    si si le intese lisergiche
    si le intese lisergiche
    lisergiche
    si si si io le amo
    io amo le intese lisergiche
    non si stacca dalla lingua questa cosa lisergica
    ho leccato i francobolli

  34. Flounder Says:

    mel, non mi convinci. tieni TROPPO la faccia da bravo guaglione.
    posa i francobolli, ja.

    lisa, oggi pomeriggio ci pensavo e ancora ridevo.
    avrei potuto dire qualsiasi cosa, stamattina, non se ne sarebbe accorto nessuno. a volte ho voglia di farlo apposta, di provare a dire cose che non ci azzeccano niente e vedere che succede.

  35. anonimo Says:

    io all’esame di maturità, quando mi fu chiesto di commentare una poesia di D’Annunzio, presa dalla foga, sbottai in un “il senso panico della natura blablabla… l’empito vitale blablabla… è… è… un’orgasmo!”
    e su quella parola, almeno per un secondo – un lunghissimo secondo – cadde un silenzio stupito.
    feci a malapena in tempo a pensare “occavolo, l’ho sparata grossa”, che il commissario esterno di italiano (un tipo pelato e dandy che sembrava la reincarnazione del Vate) mi guarda entusiasta, e mi di ce “sììì, sììì!!!”
    (davvero)

    … quando si dice “una porca figura”.

    lisa

  36. anonimo Says:

    sono solidale con la relatrice.
    come ti capisco…

    matho

    p.s. in relazione ai lapsus ad un esame una volta ho sentito un “giuliano la prostata”

  37. Flounder Says:

    uè, matho.
    poi ce n’è un altro, di lapsus, che mi è scappato domenica
    (lisa, bruno, forse voi riderete più di me)

    ero con una giornalista di un telegiornale locale e chiacchierando di precariato a un certo punto le ho detto: dunque tu non sei nell’organico, fai solo prestazioni orali occasionali.
    volevo morire.
    pensavo alla gaffe, a lei, a bruno, a lei, alla gaffe.
    ridevo e mi vergognavo, alternativamente.

  38. anonimo Says:

    fantastica. sei fantastica.
    (eh… ma allora è un vizio!)

    lisa

  39. broono Says:

    :)))

  40. riccionascosto Says:

    P.O.S., appunto (e non nel senso di bancomat= Point Of Sale) :))))

  41. cf25302015 Says:

    da gaffeuse d’antan e vergognosissima sono con te in ispirito e corpo, o flounder.
    Ma, poi, che fossero, alla fin fine, intese letargiche?
    ;))

  42. Flounder Says:

    ecco sì, era proprio quello il concetto.
    letargiche.

  43. Flounder Says:

    riccio, un dubbio dell’ultim’ora: ma la S di POS sta per saltuaria o specialistica? 😉

  44. Bhuidhe Says:

    Grande professionismo, tondo o quadrato che sia il tavolo, spigoli o meno, the show must go on.
    Una volta ho suonato con altri 15 musicisti per una nonna e suo nipotino. Il cretino adetto alla publicità si era dimenticato l’annuncio sui giornali…
    Che devi fà, il bimbo era felice e valeva per 200 adulti annoiati.

  45. riccionascosto Says:

    Saltuarie (infatti era poo, ma fa niente) 😉
    Per le specialistiche, si cambia contratto, immagino.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: