Si ‘sta voce te scéta int’a nuttata

E’ stato qualche notte fa,  su un’autostrada nebbiosa.

Andavamo lentissimi, visibilità a dieci metri.

Che io poi non sono un’appassionata di radio, per lo più ascolto cd e se radio deve essere, in genere è per l’informazione.

Ma il mio amico ha insistito per raiuno, che di notte trasmette belle cose.

Ed era vero.

Ed è successo che mi sono innamorata di una voce e dell’arrangiamento di un brano di musica popolare che già amo molto in altre versioni, ma che qui è stupendo. Mi sono perdutamente innamorata di questa voce che bucava la nebbia e della sua fisarmonica.

Nel frattempo eravamo arrivati in città e mi toccava scendere dalla sua auto per risalire nella mia, abbandonata alcune ore prima alla bell’e meglio.

Sono entrata e ho immediatamente sintonizzato la radio sullo stesso canale, nel momento esatto in cui dicevano: vogliamo rettificare che il brano precedente,  erroneamente attribuito a Pinco Pallino, è invece del gruppo Y.

Era notte, l’ho detto.

Di quelle notti che già sconfinano nella mattina, ma prive di sonno e perfettamente sobrie.

Ho pensato che volevo riascoltare quella voce a tutti i costi, per quanto non conoscessi nemmeno il nome del suo proprietario.

Fra un paio di giorni mi arriverà il disco a casa.

Me lo manda lui in persona, la voce. Dopo che gli ho scritto le stesse cose che racconto qui, a voi.

Una voce di cui hanno scritto: è la sua anima che canta.

Aggiungerei anche: che suona.

Il brano si intitola: Alla carpinese. Qui ce n’è un microassaggio.

Annunci

16 Risposte to “Si ‘sta voce te scéta int’a nuttata”

  1. Flounder Says:

    e a proposito di fatti popolari, o voi campani, cominciate a pianificare un giorno a scelta tra 4, 5 e 10 febbraio, che vi porto al Carnevale di Montemarano

  2. riccionascosto Says:

    Come, 10? Un carnevale in quaresima?
    (ma i non campani, possono eventualmente prendere un giorno di ferie e aggregarsi lo stesso?)

  3. essenziale Says:

    Sì, proprio una bella voce.
    Ricorda Giovanni Mauriello nel film Another Time, Another Place
    di Michael Radford.
    E una voce come la tua che non ama la radio, di notte poi…
    Come ho sentito dire a Broccolino di New York: and goodnight to the player!

  4. Flounder Says:

    quest’anno molti Carnevali, anche quelli famosissimi, si spingono oltre le Ceneri, arrivando fino al 10.
    è strano, sì.
    ma nemmeno troppo, se si pensa ad esempio che a Milano si protrae da sempre, per tutto il fatto del rito ambrosiano.
    e soprattutto mi piace questo fatto, nell’idea che – più che un momento religioso – riprenda le tradizioni pagane sottostanti.

    ho controllato le lune: il 5 è calante, il 10 è luna nuova.
    un rito di passaggio perfetto, dunque.

    a Montemarano il giorno migliore è il martedì grasso, ovviamente. fin dalla mattina si apre una gara di ciaramella, che è quello strumentino a fiato che suonano gli zampognari. vince chi la suona per più ore di fila, è qualcosa di estenuante, per chi suona (e anche per chi assiste).

    ma l’atmosfera è dionisiaca.

    essen,
    mo’ mi devo cercare pure questo Mauriello. vabbè 🙂

  5. Flounder Says:

    (e poi te l’ho detto: nella prossima vita lavoro alla radio, da mezzanotte alle quattro.)

  6. essenziale Says:

    ma come devi cercare questo Mauriello!
    La NCCP ti dice niente?
    Comunque il film è bello, un po’ peso forse, ma bello!
    Non dovresti aspettare la prossima vita per segnalarci le frequenze da cui trasmetterai.
    Non si dovrebbe mai aspettare per fare certe cose…

  7. Flounder Says:

    massì che mi dice.
    è che me l’avevi messo in un film ammericano e lì per lì non avevo realizzato.

    domenica scorsa ho sentito una grande Fausta Vetere, insieme alla famiglia.
    che femminona.

  8. Carlyssima Says:

    la notte è uno dei pochi momenti buoni per la radio… tra le altre cose.

  9. Effe Says:

    ma comm’è ‘sta cosa della nebbia?
    La val padana, la nebbia è solo in val padana.
    Per cui:
    o la tangenziale nord di Napoli fa un giro molto largo
    o non ci sono più le mezze regioni
    o erano i vapori della diossina

  10. anonimo Says:

    la musica popolare per noi è quasi uguale alla passione per la vita, il vino rosso, i bambini, la bicicletta…
    vienici a trovare spesso su spiritodigruppo.splinder.com
    siamo a napoli e pozzuoli.
    tempesta.

  11. anonimo Says:

    buonasera sono quello del blog affianco, mi avete fatto visita e io vi ringrazio perdutamente. lei, signora, scrive bene, mi piacerebbe che ce lo conceda pure a noi che amiamo ascoltare le storie, specie in questa notte di luna piena.
    col cuore e basta.

  12. anonimo Says:

    il blog affianco siamo noi, spirito di gruppo.

  13. Flounder Says:

    un poco di pazienza.
    tengo una storia in mente, ma è un poco complicata, molto cupa.
    una specie di ritratto di dorian gray, ma solo una specie.
    altri quindici, venti viaggi in autostrada e la partorisco.

  14. anonimo Says:

    ci sono posti che solo la musica raggiunge (anche se c’è molta nebbia)
    ciao flou

    bellaLu!

  15. katiuuuscia Says:

    è una canzone da tinghel tanghel

  16. Flounder Says:

    katiu’, è la prima cosa che ho pensato. gliel’ho fatta sentire, ma non mi parevano troppo convinti…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: