Bullshit Marketing

Questa cosa me l’aveva detta mia figlia, dopo che per mesi aveva pensato che essere "regolare" volesse dire avere le tettone e il vitino di vespa, come quella là che fa la pubblicità di quello yogurt e spingendomi dunque all’acquisto per migliorare la nostra situazione.

Invece il fatto è questo: tu te lo compri e se dopo due settimane non fai la cacca, loro ti rimborsano.

Con regolare regolamento pubblico.

Cose serie, insomma.

Ma come faranno a sapere che non fai la cacca?, chiedeva giustamente la creatura.

E che ne so, ti mandano un controllore a casa, forse. Un custode delle toilettes, che ti segue tutto il giorno, come il cobrador cortese.

Il cobrador cortese è una cosa carinissima che si è inventata un signore spagnolo per il recupero dei crediti: tu devi avere dei soldi da uno e ti rivolgi a quest’agenzia che gli mette alle calcagna un tizio travestito da pinguino, da vampiro, da antico romano, da mago Gandalf. Lo segue passo passo e lo tozzoléa sulla spalla ogni tanto per ricordargli che deve saldare un debito. Lavora per scuorno e sfinimento.

Soddisfatti o rimborsati, come il fatto dello yogurt.

Insomma, dopo un corpo a corpo al supermercato – sì, no, sì, no – alla fine lo compriamo  e ci leggiamo il regolamento: in pratica di tratta di collezionare 16 punti, uno per ciascuna confezione di prodotto, per un totale di sessantaquattro vasetti da ingollare in un determinato periodo di tempo, ovviamente limitato.

Una volta fatto ciò, i talloncini si attaccano su una scheda, si correda la stessa dei relativi scontrini – che non vale mica se te lo regalano, te lo devi proprio comprare – e si inviano con almeno cinque parole che spiegano il perché della tua insoddisfazione.

Le cinque parole potrebbero essere: non faccio ancora la cacca, oppure la mia stipsi è incurabile, se si è un po’ più beneducati.

Io non ci casco conta solo quattro parole e non vale.

A me non mi riuscite a fare fesso è troppo lungo e in ogni caso vi hanno già fatti fessi.

Vabbè.

Fatta questa cosa, loro ti mandano un assegno del valore di 14,50 euri, entro sessanta giorni dal ricevimento.

Considerando l’investimento inziale, il rimborso massimo ottenibile e i tempi, secondo me con un clistere si faceva prima. Tanto le tette comunque non crescono!

Annunci

39 Risposte to “Bullshit Marketing”

  1. Climacus Says:

    dio come mi piace quando parli di cacca 😀

  2. sphera Says:

    Magari faccio male i conti io, ma sessantaquattro vasetti – diciamo che ne ingolli quattro al giorno – durano sedici giorni. Secondo me se non fai la cacca per sedici giorni sei morto, altro che rispedire indietro talloncini.

  3. Flounder Says:

    allora bisognerà trovare un’altra scusa per il rimborso.
    sempre cinque parole, come da regolamento.
    vedete un po’ voi.

  4. Flounder Says:

    comunque ho controllato meglio: è un punto per vasetto. in totale sono sedici e non sessantaquattro.
    (certo che pure sedici giorni non sono pochi, eh)

    clim, lo so.
    sto cercando di darti quanta più soddisfazione possibile 😀

  5. HangingRock Says:

    ne consumo almeno un vasetto al giorno da più di un anno. le tette non ti crescono, è assodato.
    tolto questo, non ho mai avuto motivo di chiedere il rimborso 😀

  6. varasca Says:

    Ma flou! un clistere di yogurt??
    (mondieu!)

  7. Flounder Says:

    e jà, questo è un post serio, nonostante le apparenze.

  8. didolasplendida Says:

    facevi prima col clistere ma loro ti hanno dato una missione

  9. aitan Says:

    trovo anch’io che sia un post serio,
    mica una cagata…

  10. pispa Says:

    questo
    yogurt
    sa
    di cacca.

    € 14,50 prego.

    è un lavoro sporco, dicono, ma qualcuno deve pur farla! :)))

  11. anonimo Says:

    C’è qualcuno che trovandosi in una situazione simile, l’ha risolta diversamente. Io ad esempio ho raccolto i migliori yogurt in commercio e non… brevettati per scopi specifici… probiotici.. tipo quelli activia, lc1, ecc.. li ho riprodotti molto facilmente e ora con minimo sforzo ed economia, molto meno che andarli a comprare, ho il frigo con i vasettoni della nutella sempre pieni di ottimo, fresco, e puro yogurt. Ma la cosa più interessante è che lo puoi fare come piace a te, controllandone sapore, compattezza e dolcezza. Vista l’abbondanza puoi sbizzarrirti con ricette di dolci allo yogurt e così via, oltre che frullargli dentro frutta fresca o cereali. Per i bambini ad esempio, e non solo, faccio degli ottimi gelati che sono fatti al 90% da yogurt e frutta fresca scelta da me, una spolverata di cacao per renderli “al cioccolato”, il tutto tra due biscotti (magari quelli biologici della coop). Rassicura la bimba che magari le tette non cresceranno a dismisura, ma almeno saranno piu belle! Saluti (o dovrei dire salute?) da un lettore incatenato.

  12. Flounder Says:

    signori, qua il problema non sono le deiezioni personali, ma il livello fecale del marketing al quale si è arrivato.

    ma voi vi rendete conto della complessità di questa campagna? ma quanta gente ci è voluta per pensare questa cosa, tra psicologi, esperti di finanza e comunicatori?

    questi qui avrebbero potuto bellamente fare una promozione economica con i corner nei supermercati: dal giorno tot al tot lo yogurt X costa 1 euro in meno. oppure: diamo in omaggio un vasino sul vasetto.

    invece no.
    partono dandoti l’assoluta certezza che il loro prodotto funzionerà e ti chiedono di fideizzarti acquistandolo ripetutamente e promettendoti che nel caso in cui non funzionasse ti rimborseranno.

    poi ti rimborsano a prescindere, giocando sulla pigrizia del consumatore che si sfotte di ritagliare, azzeccare e spedire o sulla buona fede del consumatore che ritiene che la sua cacca cosituisca di per sé una valida ricompensa senza bisogno di dover essere monetizzata.
    in ogni caso coloro che richiederanno il rimborso saranno sicuramente meno di quanti acquistano lo yogurt o di quanti avrebbero beneficiato di una promozione con sconto a monte.

    resta il fatto che quello al gusto di avena e noci è buonissimo, una cosa che non si può descrivere.

    (a me mi dovrebbero assumere come valutatrice di yogurt, detengo le azioni di maggioranza di quasi tutti i produttori. mi mancano solo gli yogurt pezzottati del lettore incatenato. che si sappia, che qua li vogliamo assaggiare!!)

  13. aitan Says:

    (secondo me la banda degli espertoni di marketing punta anche sulla riservatezza che impedisce la clientela media a spiattellare le proprie storie di merda, anche in 5 righe)

  14. Flounder Says:

    non ho capito bene in che senso intendi, aitan
    e comunque non vogliono 5 righe, si accontentano di 5 parole.

    io avrei chiesto come minimo un certificato medico 😀

  15. Climacus Says:

    il punto debole dello spot con la marcuzzi (che già da sola basta a farmi cagare) è la musica new age di sottofondo (sempre che ci sia una musichetta new age di sottofondo o non me la sia del tutto immaginata). Io, come commento musicale, avrei messo quella canzoncina simpatica cantanta da Mina. Ma che bontà.

  16. ilcavaliere Says:

    forse non tutti sanno che
    il cobrador cortese aveva un corrispondente nella venezia potente maschrata e mercantile del 700: la Pitima, che poi nel’uso corrente italiano ha aumentato una t e si usa per idicare persona che insiste oltremodo su ogni questione.
    ps
    a parte quello greco con la frutta di stagione scamazzata dentro mi pice il muller ed il suo motto

  17. Climacus Says:

    fate l’amore con il sapore?

  18. Flounder Says:

    fate l’amore con il sapone
    (questo invece è lo slogan di un prodotto per l’igiene intima)

    cavalie’, mia nonna mi diceva che ero una pittima, quand’ero piccerella. 🙂

  19. anonimo Says:

    Dott. Edmondo MARRA, Sindaco del Comune di Volturara Irpina ( AV ).-

    Quadro Inedito datato 18.1.1949 di M.C.Escher 1898-1972 Olandese.-

    ESCHER UN FANTASTICO QUADRO INEDITO IN IRPINIA
    POSTATO DA ME [30/09/2006 17:52]
    Una perizia ufficiale eseguita a Roma conferma l’autenticità del quadro di Escher in possesso del sovrintendente di Polizia Raffaele De Feo .
    Volturara ha il suo capolavoro e deve saperlo gestire e valorizzare .
    Ogni illazione o voce contraria è stata smentita da una perizia regolarmente depositata in Tribunale . Chi ama l’arte può visionare il capolavoro inedito di Escher che somiglia e ricorda all‘ Urlo di Stoccolma , tanta è l’immediatezza delle sensazioni che riesce a procurare allo spettatore .
    Il fatto che si trovi a Volturara sembra un gioco perverso di una mente superiore che lo ha mandato nel nostro paese per creare contraccolpi emotivi difficili da dimenticare .
    Chi conosce la leggenda di Gesio che uccise il drago nascosto nel lago Dragone che si estende davanti a Volturara e liberò i volturaresi dalle sue grinfie regalando tesori immensi lasciati dai barbari , riesce a capire la similitudine con questo prodigio dell’arte .
    Il nuovo Gesio usa il flauto al posto della spada e la ricchezza che rende al paese può essere quantizzata nella ricchezza diarte che Volturara ha da questo miracolo .
    Chi vivrà vedrà e saranno molti a ricordare la tenacia del poliziotto volturarese che è stato scelto dal destino per rendere famoso nelle sfere della cultura il suo paese natale . Sembra quasi , lasciatemelo dire che il mostro di Lochness abbia attraversato il centro della terra per giungere dal lago famoso della Scozia , al lago misconosciuto di Volturara onde vivere una seconda giovinezza che prelude all’eternità .
    E la consegna non è avvenuta direttamente , ma tramite una gentile signora svizzera che ha fatto da tramite tra il pittore vagabondo e questa lembo di terra irpina , vera perla della natura , per metterne in risalto le sue migliori qualità !

    http://it.youtube.com/watch?v=IYhTzywOYWI

    http://it.youtube.com/watch?v=RQrovNERYfU

    http://it.youtube.com/results?search_query=nessie+volturara&search_type=

  20. Flounder Says:

    eccolo qua: la pittima, la sanguetta.
    (io ancora non ho capito che ci dobbbiamo fare, a questo, con il quadro di escher)

  21. barbara34 Says:

    giuro, sto rantolando dalle risate e il pasto prepiscina mi va di traverso!!!!! ma i 14.50 euro non bastano nemmeno a coprire il corso di 20 vasetti, bah.
    certo che però con un po’ di ormoni le tette, quelle sì… allora sì che si potrebbe constatare, con una foto del prima o del dopo, l’avvenuto effetto :DDD

  22. Flounder Says:

    “Sono così felice. Non posso chiedere di più. Eccetto delle tette più grosse”.

    Nicole Kidman, ironica sulla sua gravidanza, al Daily Mirror

    (della serie: Anche i ricchi piangono)

  23. anonimo Says:

    Parafrasando il claim di Vodafone:
    “E’ TUTTA DENTRO DI ME”
    (5 paroline)

    Bandini

  24. riccionascosto Says:

    Dev’essere per questo (#12, e pure #13) che mi sono sempre rifiutata di comprarlo, per me.
    Però al consorte piace(va; ora è passato al vipiteno, che non pubblicizza gli stessi effetti ma sembra sia buonassai).

  25. illustrascarpe Says:

    Ma non ho ancora capito aldilà delle battute, il prodotto funziona?
    Se è si metti una crocetta sulla si, se è no, per favore metti una crocetta sulla no.
    Se qualcuno legge il tuo post sullo yogurt ( o sulla merda), ha bisogno di saperne di più, perchè se uno ha un probema… come dire… di merda, allora si sentirebbe più sollevato, non si sentirebbe nella merda, forse.
    Comunque, un mio amico pissicologo un giorno mi disse:.
    Ho provato il consiglio dello pissicologo con ottimi risultati, sono guarito.
    Invece di andare una volta al mese da lui, ora vado tre volte alla settimana.
    Io sono diventato generoso e lui…
    … lui è rimasto la merda che era.
    Scherzo.
    Comunque o stitici governanti, mangiate più yogurt e siate più generosi, sarete meno merde!
    No… neanche così funziona, mi sa.
    Ciao L’illustra…

  26. Flounder Says:

    e che ne so se funziona?
    qua non ne abbiamo bisogno.
    ci facciamo di yougurt per il puro piacere di farlo.

    dovremmo smettere, ha detto il dottore.
    ma non ce la faccio.
    ho smesso di fumare, ma lo yogurt proprio no, non posso. è la mia principale dipendenza.

    bandini, sei un genio
    (a propo’, ho problemi nel tuo blog, sia nella visualizzazione che nel lasciare commenti. si è rotto?)

  27. aitan Says:

    chi se lo ricorda più, che volevo dire io;
    pero l’opzione bandini piace anche a me

  28. Su Says:

    ecco, io facevo invece una riflessione riguardo a certi integratori di due notissime multinazionali che si sono associate per produrli, l’una alimentare l’altra della bellezza, che ti promettono capelli più belli, giovinezza di ritorno, cellulite sparita.

    senza nemmeno la promessa di rimborso, affermano che per vedere i primi risultati bisogna proseguire il trattamento per almeno tre mesi.
    il contenuto di una confezione, dal costo di ben 25 euro circa, basta per 20 giorni.
    Se anche dopo tre mesi ti dovessi accorgere dell’inefficacia e quindi interrompere, avresti già elargito alle suddette una cifra comunque considerevole.

  29. Zu Says:

    Su, e come si chiama il prodotto cosmetico-tricologico, “Lacca H”?

  30. ilcavaliere Says:

    grande flou,
    la ospitalità che emanate tu e hanging nei vostri blog(S) è unica e come dici tu sembra la casa di un amico mio che faceva sempre feste anche quando non l e faceva, ed ogni tanto uno veniva si predeva qualcosa dal frigo una chitarra dal muro o accendeva la tv, con la differenza che qui si creano dei passaggi che mi fanno schiantare dal ridere ( sempre con e non di te).
    – neanche io ho capito niente dell’Esher in Irpinia, ma scusate se mi permetto, ma che è l’urlo di stoccolma? All’accademia di Oslo c’era un quadro di Munch chiamato “L’urlo”, a Stoccolma non urla nessuno, si cammina tra strade affollate di ragazzi, ma se chiudi gli occhi pare che stai attraversando un salotto di gatti che dormono, e pure è bello

  31. ilcavaliere Says:

    ah,
    per stare più in tema, qualcosa che lega le tette allo yogurth ci deve essere, anche l’altezza. Verso la seconda metà degli ottanta con il mio amico Pasquale si notava che le tra le ragazze cominciavano ad aumentare in numero, individue oltre i 160 di altezza e la terza taglia di reggipetto, misure che chi ha iniziato ad apprezzare il mondo alla fine dei settanta avrà notato cambiare e crescere nel tempo
    così una sera dopo che uno stormo da caccia era passato davanti i nostri volti interdetti, Pasquale disse: ” Sentite a me quello è perchè si magiano lo yogurth”

  32. didolasplendida Says:

    una volta bastava solo il latte per far aumentare le tette
    bevete più latte
    il latte fa bene
    http://www.lastfm.it/music/Henry+Mancini/_/Boccaccio+70:+Bevete+Piu+Latte
    ma si sa i tempi cambiano
    e mò ci vuole lo yogurt

  33. anonimo Says:

    Inedito Quadro di M.C.Escher…

    TV E STAMPA NAZIONALI RESTANO IN SILENZIO.-

    News Italy – Unpublished Painting M.C .Escher.-

    Notizia Sensazionale.

    Trovato Inedito Quadro di M.C .ESCHER 1898-1972 NL
    Opera datata 18.1.1949 raffigurante Nessie il Mostro di Loch Ness
    che emerge dalle acque richiamato dalle note di un flauto suonato
    dall’Uomo Nero senza Volto.

    ROMA : E’ AUTENTICO

    La Grande Stampa –TV ( nazionale e internazionale ) TACE –

    http://www.fimservice.it/pdf/pol_gen07.pdf

    http://www.youtube.com/results?search_query=nessie+escher&search_type=

  34. pispa Says:

    per avere le tette grosse bisogna avere zie e nonne con le tette grosse, tutto qui.
    che poi quando corri è un disastro.
    infatti se hai le tette grosse non puoi mangiare lo yogurt, che poi ti fa correre in bagno.. e via così.
    meglio una sana via di mezzo per entrambi i “problemi”.
    ma, si sa, la natura non è saggia, è matrigna e non pensa ai guai nostri 🙂

  35. ZoeLog Says:

    Osservazione di web marketing: noto che il post sulla cacca stia raccogliendo decisamente più successo di quello sul tango, che pure si dice sia tanto di moda.
    L’accoppiata tette-cacca, inoltre, è decisamente vincente, e mi sa che pure quelli dello yogurt lo sanno… ! :))

    (tango + agri decisamente giù nell’indice di gradimento)
    (tette + cacca decisamente su)
    (apriamo un’agenzia di marketin pure noi… !)

    🙂

  36. ZoeLog Says:

    stia= sta

  37. Flounder Says:

    effettivamente è sconcertante il fatto che uno scriva dei bei post letterari carichi di narrativa e sentimento, poesia e suggestioni e poi il pubblico si appassioni alla cacca.

    alla fine siamo ciò che mangiamo 😀

    cavaliere, dite all’amico vostro pasquale che per questa correlazione tette-altezza-lactobacillum casearium già mi è antipatico.
    reclamerò presso le autorità competenti per sapere come mai due effetti su due non si sono prodotti.
    poi voglio il rimborso di una vita, altro che 14,50.
    tzè.

    baci a tutti, eh
    (che il gene dominante dell’iperattivismo – a dispetto di querlli recessivi – mi chiama e non posso opporgli resistenza)

  38. aitan Says:

    siamo ciò che mangiamo
    ergo
    chi nun magna, e’ n’omme ‘e niente

  39. FiocoTram Says:

    Io comunque sto pensando seriamente di fare domanda di rimborso. Non tanto per problemi intestinali, cosa di cui fortunatamente non soffro,ma perché vado pazzo per la suddetta marca di yogurt, mi piace davvero tanto.
    Vorrei trovare il modo di farmi mandare l’assegno per sbafarmi altri yogurt gratis.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: