Ricordi

Non esistevano i cellulari e scendendo dal traghetto, quello stesso pomeriggio,  ci informarono della strage di Capaci. Ricordo che piangemmo. Di tanto in tanto ci incontriamo ancora, è stata l’ultima volta che abbiamo fatto qualcosa tutti insieme. G. oggi ha lo sguardo spento, il cervello in panne e non ci riconosce quasi più, M. è al secondo marito e secondo figlio, io avevo curve e rotondità e quasi nessuno spigolo, A. è ancora tutto spigoli, P. abbraccia P., ma poi sposerà il fotografo. Quella sera stessa finii in ospedale per un inizio di shock anafilattico, per un morso di zanzara su una vena. Ventotene era bellissima, la stanza piena di gechi e una cucina enorme. S. cucinò per tutti, R. e N. lavarono i piatti. Di lì a poco avrei rinunciato alla borsa di dottorato a Tokyo e mi sarei trasferita a Roma. Credo che sia stato l’ultimo momento lieve, totalmente lieve, che abbia vissuto. E nonostante tutto non tornerei indietro mai, mai, mai. Mai.

Annunci

8 Risposte to “Ricordi”

  1. anonimo Says:

    tutti scriviamo di noi stessi, ma tu lo fai con una coscenza scientifica del tuo presente che più che invidiare ammiro,per quanto dolore tu esprimi, riesci ad evitarti quello dell'incapacità di descriviere esattamente lo stato dell'essere cogenteè bellocav 

  2. Flounder Says:

    è esattamente questo. sono contenta che traspaia tutto.

  3. Flounder Says:

    e comunque era via d'Amelio, non Capaci.la vecchiaia.

  4. anonimo Says:

    è bello, ma non mi pare esattamente così. traspare invece un dolore fisso, x immagini statiche, iperelaborato. la bellissima foto di un istante fermo, sulla quale le parole ricamano storie. l'esatto opposto della coscienza del presente, piuttosto la fuga nelle pieghe del reale, il tentativo di conquistare il dolore dall'interno, la declinazione di una pena sub specie aeternitatis, insomma.ma è un'impressione personale, ovviamente

  5. Flounder Says:

    è forse ciò che il mio amico filosofo dice essere uno sguardo spinoziano sulle cose?non lo so, non capisco niente di filosofia, e quando arrivo a capire poi mi scordo.non fa niente, va bbuono accussì.

  6. Nonostantetutto Says:

    Ad ogni modo … se anche volessi tornare indietro … ciò non ti sarebbe cocesso, mai, mai, mai. Mai. Curioso no?Rob.

  7. Flounder Says:

    più che altro, mi dicevo guardando questa foto e ricordandomi passo passo una serie di eventi a partire dal settembre dello stesso anno, una serie di scatafasci a catena che si sono protratti per anni,  ecco, mi dicevo che non ce la farei a rifare tutto una seconda volta. :-)mi piace moltissimo guardare le foto vecchie, anche degli altri, le foto che precedettero momenti importanti e di cui ancora non si sapeva. i volti talvolta ignari talvolta ombrosi.così come mi piace guardare le persone e immaginarmele quando furono bambine, spianare con l'immaginazione i tratti del voplto, lisciarli, immaginarne il carattere in terza elementare, ad esempio.

  8. GipoScribantino Says:

    Se io potessi, tornerei indietro. Per evitare alcune cose a persone a me care, e per prendere direzioni diverse nei bivi della vita.Ma, "…non si ripassa dal via…"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: